Mangiabiologico.it

di Valeria Ballarati

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Anti Mafia
Anti Mafia

Spesa a pizzo zero

E-mail Stampa PDF

È da poco nelle librerie "Spesa a pizzo zero", il libro scritto da Francesca Forno, ricercatrice di sociologia presso l'Università degli Studi di Bergamo, edito da Altraeconomia. È uno studio sociologico sui soggetti che si contrappongono alla mafia attraverso lo sviluppo economico. Protagonisti principali, ma non gli unici, su cui l'autrice si sofferma sono Libera e Addio Pizzo. Queste realtà si inseriscono all'interno dei movimenti del consumo critico. Francesca Forno, attraverso questo lavoro, ci dà la possibilità di conoscere un'economia basata su un mercato alternativo. Mercato non fondato esclusivamente sul profitto, ma dove domanda e offerta si incontrano perché si riconoscono in alcuni valori come la tutela dei diritti dei lavoratori, la sostenibilità ambientale e, in questo caso, il contrasto alle mafie.

 

 

Sostieni Libera con il 5x1000

E-mail Stampa PDF

Che cosa è il 5x1000?

Anche nel 2011 puoi destinare il 5 per mille dell'IRPEF a sostegno di organizzazioni non profit. Questa scelta non comporta una spesa per te essendo una quota d'imposta a cui lo Stato rinuncia. Se non effettuerai alcuna scelta, il 5 per mille resterà allo Stato.

 

Come puoi devolvere il tuo 5x1000 a Libera?

È davvero semplice:

1. compila il modulo 730, il CUD oppure il Modello Unico;

2. firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..." ;

3. indica il codice fiscale di Libera: 97116440583

 

Guarda il video

 

Ercolano dice basta al racket

E-mail Stampa PDF

Oggi Ercolano ha detto: indietro non si torna”. Con queste parole, Ercolano oggi ha celebrato il giorno del coraggio. Il comune napoletano, martoriato come tutte le città del sud dalla piaga del pizzo, oggi ha abbassato le saracinesche in segno di solidarietà verso i 25 commercianti che lo scorso luglio dissero basta, denunciando e facendo arrestare i loro estorsori. Quei commercianti che trovarono la forza di ribellarsi ai sodalizi criminali e che dovranno testimoniare al processo che inizierà il 3 marzo, da oggi sanno di essere meno soli.

 

La Bella politica a "presa diretta"

E-mail Stampa PDF

Come un pugno sullo stomaco. La puntata di Presa diretta, andata ieri in onda sulla Terza rete, ha fornito un affresco a tinte fosche della politica italiana. Bella perchè riesce a far emergere figure di amministratori capaci di lavorare per l'interesse della collettività. Ma al contempo brutta perchè emargina ed isola chi si mostra intransigente nei confronti della corruzione e del malaffare dilagante. Sindaci in prima linea e soli. Come Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica nel Cilento, ucciso cinque mesi fa.

Alla figura di Vassallo il programma di Jacona dedica grande spazio. Il Sindaco – Pescatore, simbolo della difesa dell'ambiente e di un territorio minacciato dalla speculazione edilizia. E dalla droga. Gli inquirenti stanno seguendo numerose piste, ma l'idea che si può avere dalla ricostruzione di Presa diretta, è di interessi convergenti che hanno portato all'uccisione di Vassallo. Troppo scomodi i suoi “no” contro quelle costruzioni che avrebbero violentato il Cilento.

 

Terra di Libertà

E-mail Stampa PDF

La storia di Giuseppe, dalla cassa integrazione al lavoro sui beni confiscati

 «La mattina, questo bisogna dirlo, c'è sempre da fare levatacce, questo sì, ma hai presente quando, da bambino, ti svegli presto il giorno di Natale?» Siamo solo a novembre, ma da quasi un mese, Giuseppe, che bambino non è più, si gode il suo Natale ogni giorno. A quarantadue anni, lontano dalla sua Milano, si carica di energia al solo pensiero di svegliarsi e e assistere all'ormai rituale «spettacolo mattutino», come lo definisce lui, in quel di Mesagne in provincia di Brindisi. Prima di andare a “dare una mano” nei campi. Come sia finito lui, in Salento, sui terreni confiscati alla Sacra Corona Unita e ora gestiti dalla cooperativa Terre di Puglia, rimane una piccola storia, stupenda, da raccontare.

 

Da Mafioso a bracciante sui campi tolti ai clan

E-mail Stampa PDF

Ore 4, Massimiliano si sveglia. Alle 5 deve essere sui campi, per raccogliere l'uva. Massimiliano è un bracciante, ma molto particolare. Unico. Perché quando si sveglia è in carcere. Perché lui è un 416bis, condannato a 12 anni per associazione a delinquere di tipo mafioso, la Sacra corona unita, la mafia pugliese. Ma ora non è più un mafioso.

 

Libera Terra

E-mail Stampa PDF

Ogni tanto, nella nostra spesa, scegliamo di acquistare prodotti di Libera Terra.
Libera Terra è il marchio che contraddistingue gli alimenti biologici prodotti delle cooperative sociali aderenti a Libera - l'associazione che sollecita la società civile a lottare contro la mafia, promuove legalità e giustizia - e che grazie alla Legge 109/96 gestiscono terreni e strutture confiscate alla mafia.

Acquistando questi prodotti sosteniamo le giovani cooperative che lavorando grano, legumi e vigneti fanno tornare fertili e produttivi i terreni dopo anni di abbandono, creando occupazione legale in una regione dove la legalità costa cara, anche in termini di vite umane. Molti agricoltori siciliani contribuiscono e sostengono questo grande progetto di riscatto.

 

Fermati un momento per Angelo Vassallo

E-mail Stampa PDF

Domani venerdì 10, alle ore 10,30 in punto, ovunque tu sia, qualsiasi cosa tu stia facendo
FERMATI UN MOMENTO PER ANGELO VASSALLO.
Perché l’hanno ucciso con nove colpi di pistola, ad Acciaroli. Perché era un Sindaco con la schiena diritta. Perché alle 11 lo seppelliscono ma non vogliamo che seppelliscano i suoi sogni.
Perché non potremo essere li ma vogliamo che la sua famiglia senta forte il nostro abbraccio.
Perché dal minuto dopo noi continueremo il nostro impegno con più forza. Perché così abbiamo imparato ad onorare la memoria delle vittime innocenti delle mafie.

 

 


Pagina 3 di 3


Parole per pensare

"Pensate ancora una volta alla gioia che ciò porta a chiunque voglia poter fare qualcosa per coloro che sono malati. Questo dà loro il potere di essere guaritori fra i propri simili."

- Dr. Edward Bach, 1936

«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf

«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf

Fiori di Bach e Cartoni Animati 6


RED CHESTNUT

Quando siete in apprensione

per i vostri cari