Mangiabiologico.it

di Valeria Ballarati

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Anti Mafia Basta venditori di Sogni

Basta venditori di Sogni

E-mail Stampa PDF

IMMIGRAZIONE: DON CIOTTI A LAMPEDUSA, BASTA VENDITORI SOGNI

PALERMO, 22 MAR - ''Le organizzazioni criminali nel Mediterraneo hanno fatto piu' vittime che le guerre di mafia. Diciamo basta ai venditori di illusioni e chiediamo speranza e concretezza. La politica faccia la sua parte fino in fondo, bisogna fare di piu'''. Lo ha detto, a Lampedusa, don Luigi Ciotti, in occasione della Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo di tutte le vittime delle lotte alle mafie, promossa da Libera e Avviso pubblico. ''Abbiamo bisogno di una societa' nella quale ci educhiamo a riconoscerci uguali come cittadini e diversi come persone. Italiani, venite in vacanza a Lampedusa - ha aggiunto don Ciotti rivolgendosi ai manifestanti - porta e cuore del Mediterraneo, dove c'e' una popolazione bella ed accogliente che vuole sbattere in faccia la porta alle ingiustizie, alla illegalita' e a chi utilizza e strumentalizza la paura delle persone''.

Quest'anno l'iniziativa ha unito, simbolicamente, la citta' di Genova (dove pochi giorni fa 100 mila manifestanti si sono dati appuntamento per la marcia dei diritti e della legalita'), e l'isola delle Pelagie, due ''porti che rappresentano le due porte d'ingresso nel nostro Paese''. Don Ciotti si e' poi recato nell'area marina protetta di Lampedusa per dare la sua solidarieta' a una cinquantina di somali sbarcati nell'isola la scorsa settimana. Da qui ha ribadito la necessita' di ''riaprire i centri di accoglienza, affinche' vengano attrezzati per dare dignita' ai migranti e perche' non diventino, invece, un deposito di merce umana''.

La manifestazione di Lampedusa si e' aperta con un corteo lungo le vie del paese partito da piazza Garibaldi e culminato con l'arrivo alla spiaggia meta di sbarchi, ribattezzata per l'occasione 'Porta d'Europa', dove sono stati letti oltre 900 nomi delle vittime delle mafie. A questi sono stati aggiunti, simbolicamente, i nomi di tutti i migranti in fuga da guerre e carestie uccisi dalle mafie internazionali. Sono stati oltre 800 i bambini che hanno partecipato al corteo promosso dall'associazione Libera. (ANSA)

 

Commento:  Buon Compleanno Libera!

Libera é nata il 25 marzo 1995.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna



Parole per pensare

Sono ciò che penso: le mie idee creano la mia identità.

(Cit.)

«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf

«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf