Mangiabiologico.it

di Valeria Ballarati

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Bambini
Bambini

Per il bene dei figli

E-mail Stampa PDF

Supermercato, una bambina sui 4-5 anni con indosso una mascherina che le copre quasi tutto il viso, compresi gli occhi, va addosso involontariamente ad una signora che stava facendo la spesa. Nulla di che, ma questo fatto scatena il panico nella piccola che inizia a piangere e urlare “mamma mamma ho toccato la signora, disinfettami... non l’ho fatto apposta... non l’avevo vista...”

La madre, invece di calmarla e rassicurarla che non era successo nulla di grave, tira fuori dalla borsa uno spray che spruzza a profusione sulla bambina, dalla testa ai piedi, poi, non soddisfatta, le strofina le mani e il viso con un gel e le rimette la mascherina raccomandandole di stare attenta a dove va.

Una scena apocalittica quanto grottesca che spiega molto bene i danni, forse irreversibili, che la generazione COVID19 - i bambini da 1 a 10 anni - stanno subendo inermi.

State crescendo una generazione di ipocondriaci e malati immaginari destinati ad un’esistenza disagiata per loro stessi e per coloro che avranno accanto.

Vi stanno convincendo che il vostro corpo deve essere asettico come una sala operatoria e, senza che ve ne rendiate conto, state indebolendo il primo strumento di difesa che avete per difendervi dalle infezioni: il sistema immunitario.

Finirà male, molto male.

Ma non per un virus o batterio particolarmente aggressivo: basterà un caghetta-vairus o un Puffo-batterio qualsiasi.

Elisabetta Scarpelli

 

Riusciremo a non perdere la ragione?

E-mail Stampa PDF

Ordinati e distanziati. I bimbi. Mi ricorda il militare.

Allineati e coperti, guardavi alla tua destra e ti distanziavi allungando un braccio(su per giù un metro, vi ricorda qualcosa?) poi all'ordine dovevi gridare : "signor si signore". Quando ti davano il consenso,poi, potevi assumere la posizione del riposo ...


 

Le artiste colorate di Nemi

E-mail Stampa PDF


Siamo a Nemi, passeggiamo per la via quando una ragazzina di circa 10 anni ...

"Signora!
Vuole un braccialetto fatto da noi?"

Con altre due amichette hanno organizzato una mostra dei loro manufatti sul muretto che delimita il parco giochi, pochi esemplari, ma disposti con cura.
lei: "Sono questi ..."
Si tratta di fili di cotone per punto a croce in vari colori, semplicemente arrotolati.
"Ma ... sono bellissimi! Quanto costano?"
"Cinquanta centesimi"
"E' un buon prezzo, ok ..."
"Quale vuole?"
"Questo verde ... e quei ciondoli?"
"Abbiamo anche quelli!"
"E quanto costano?"
Si consultano un attimo, una delle due suggerisce venti centesimi ...
"venti centesimi" risponde, ma l'altra, sottovoce ... (venti? ma é poco!)
io: hai ragione ... é proprio poco venti ... vi do un euro per tutto, va bene?" Sorridono.

 

Elefanti d'affezione

E-mail Stampa PDF

Thailandia, i bambini vanno a scuola accompagnati da due elefanti

Due fratellini rendono la passeggiata mattutina fino a scuola molto speciale. Ad accompagnarli dal loro remoto villaggio nella provincia di Surin, in Thailandia orientale, sono infatti due elefanti. Un'insolita compagnia, con mamma elefantessa e il suo cucciolo che attendono tutti le mattine i bambini per scortarli fino a scuola.

 

Il cielo é di tutti

E-mail Stampa PDF


 

Dove stanno meglio gli animali?

E-mail Stampa PDF



Un libro per insegnare dove stanno meglio gli animali.




 

Emilia-Romagna: obbligo vaccinale per l'accesso dei bimbi ai nidi

E-mail Stampa PDF

La Giunta Regionale dell’Emilia sembra arrivata alla decisione finale sull’obbligo vaccinale (vaccinazioni obbligatorie, difterite, tetano, poliomielite, epatite B) per l’accesso dei bambini ai nidi.

Leggiamo dalla cronaca (il testo del provvedimento non è ancora disponibile) che “a suggerire la misura è stato il progressivo calo delle vaccinazioni obbligatorie nei primi due anni di vita, scese sotto la soglia del 95% in quasi tutte le Ausl dell’Emilia-Romagna ed in particolare nell’area di Rimini, dove si è arrivati ad un allarmante 87,5% di bimbi vaccinati”.

E quale effetto devastante avrebbe prodotto questo calo della copertura vaccinale: nulla! Così, invece di ammettere l’insostenibilità della cosiddetta teoria dell’immunità di gregge si preferisce rincorrere il paradigma vaccinale, affermando insensatamente che coloro che scelgono di non vaccinare i loro figli mettono in pericolo il resto della popolazione, mentre i dati ufficiali raccontano una storia diversa: la maggior parte dei casi si verifica nelle comunità completamente vaccinate.

 

L'angelo canterino

E-mail Stampa PDF


La bambina si chiama Amira Willighagen, ha 11 anni, e nel 2013 ha vinto Holland's got Talent.

Nell'esibizione di O mio babbino caro rimarrete stupiti dalla sua voce, sembra quella di un angelo, o di un'anima antica, e la sua performance non ha niente di meno rispetto alle più grandi e famose Soprano di ogni epoca.


 

Il miglior latte? Quello della propria madre

E-mail Stampa PDF

Ieri sera mi imbatto in un articolo sul latte materno e voi sapete bene quanto io tenga a questo argomento. Non vi anticipo nulla, leggetelo anche voi e sotto troverete le mie considerazioni come sempre. Buona giornata.


Latte materno venduto on-line? Gli esperti: "Gravi rischi per la salute"

di Maria Gabriella Lanza

Si chiama milk sharing e l’obiettivo è semplice: donare o vendere latte materno alle mamme che non possono allattare i loro piccoli. E’ una pratica che si è diffusa su internet soprattutto negli Usa e in Gran Bretagna ma ora gli esperti lanciano l’allarme: senza effettuare alcun controllo sulle donatrici, ci potrebbero essere seri rischi per la salute dei neonati. Non sono poche, infatti, le donne che attraverso i social network e i forum mettono in vendita il proprio latte: un litro può arrivare a costare fino a 100 euro. Nel nostro Paese è stata vietata la commercializzazione e la raccolta avviene solo attraverso le banche del latte riconosciute dal ministero della Salute.

 

Seattle, all'asta la casa che ha ispirato Up

E-mail Stampa PDF

Sarà messa all'asta la casa di Seattle che ha ispirato Up, il film di animazione della Pixar uscito nelle sale nel 2009.

L'edificio era stato seguito dai media statunitensi a partire dal 2006 quando Edith Macefield, l'anziana ottuagenaria che lo abitava, si era rifiutata di venderlo all'azienda edile che le aveva offerto un milione di dollari in contanti. Il rifiuto di Edith a vendere la casa che aveva abitato per quasi sessant'anni, costrinse il villino all'interno delle mura del centro commerciale Ballard Blocks che era sorto sul terreno adiacente, schiacciando così il minuscolo appartamento fra l'enorme struttura del L.A. Fitness e il Trader Joe's.


 

Il bambino é il libro

E-mail Stampa PDF

In una recente trasmissione radiofonica via Internet ho sottolineato che i bambini sono i veri esperti di genitorialità. Ho aggiunto che spesso chiedo ai nuovi genitori se vorrebbero avere un esperto che viva con loro per aiutarli a capire cosa fare! Ho detto al pubblico radiofonico: "È sufficiente guardare il bambino. Se state facendo qualcosa di sbagliato, il bambino ve lo dirà. Se state facendo qualcosa di giusto, il bambino vi dirà anche quello. I bambini sanno esattamente di cosa hanno bisogno."

L'intervistatore ha efficacemente riassunto questi pensieri, aggiungendo: "Si dice che i bambini non nascono con il manuale di istruzioni, ma invece sì… il bambino è il libro!" Proprio così. È il bambino - e solo il bambino - che sa esattamente di cosa ha bisogno. Ci fornirà un riscontro immediato su tutto ciò che facciamo. Un bambino ci dirà aggrottando le sopracciglia e con le lacrime quando una sua legittima esigenza non è stata soddisfatta, e con luminosi sorrisi e coccole quando soddisfiamo i suoi bisogni in modo amorevole. Se mamma e papà riescono a riconoscere e ad abbracciare questo concetto, fare i genitori può essere molto più semplice e gioioso rispetto a quando le comunicazioni del bambino sono trattate con diffidenza e messe in discussione.

 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  6 
  •  7 
  •  8 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 8

Romanzo

La storia dell'uomo e
della scoperta
dei Fiori di Bach.

Acquista

Cartaceo disponibile qui


Parole per pensare

«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf

«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf

Fiori di Bach e Cartoni 22 Semola

 

ELM

Se ti trovi sopraffatto

da un eccesso di responsabilità