Mangiabiologico.it

di Valeria Ballarati

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Bambini Elefanti d'affezione

Elefanti d'affezione

E-mail Stampa PDF

Thailandia, i bambini vanno a scuola accompagnati da due elefanti

Due fratellini rendono la passeggiata mattutina fino a scuola molto speciale. Ad accompagnarli dal loro remoto villaggio nella provincia di Surin, in Thailandia orientale, sono infatti due elefanti. Un'insolita compagnia, con mamma elefantessa e il suo cucciolo che attendono tutti le mattine i bambini per scortarli fino a scuola.

Nong ha sette anni. Ong ne a cinque. E ogni giorno arrancano più di un chilometro a piedi per raggiungere la loro scuola. A scoprire la loro abitudine è stato casualmente il fotografo indiano Arunan Sathiyanathan, che ha attraverso la Thailandia e sentito parlare di questo piccolo villaggio, dove la gente è molto legata agli elefanti.  

I due fratelli sono così a loro agio insieme agli elefanti che non solo intraprendono il tragitto insieme, ma li coccolano e trattano come due animali domestici. Tanto da sdraiarsi insieme nell'erba per giocare o usarli come "appoggio" per fare compiti prima di rientrare a casa.

Arunan ha dichiarato alla stampa locale che «ogni famiglia di quel villaggio ha uno o due elefanti che accudisce come animali domestici». Pure gli alberghi hanno almeno un elefante "residente". «Ho notato i due bambini con i loro elefanti da compagnia e mi sono organizzato per scattare queste foto mentre andavano a scuola». E quello che ha trovato davanti ai suoi occhi è stata «una scena incredibile. Sono così abituati che si sentono totalmente al loro agio e a sicuro in loro compagnia. La gente di quel villaggio ha un legame unico con gli elefanti che non si trova in nessun'altra parte nel mondo».

Fonte

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


L'ingresso della casa di Londra di Millicent Garrett Fawcett


Parole per pensare

E la ragione le disse: Silenzio! Che cosa senti?

E lei rispose: Sento il rumore di passi. Miriadi di miriadi, migliaia di migliaia, e vengono da questa parte.

Sono i passi di quelli che ti seguiranno. Guidali

Suffragette, di Sarah Gavron


«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf

«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf