Mangiabiologico.it

di Valeria Ballarati

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Bambini I Bambini, che belle persone!

I Bambini, che belle persone!

E-mail Stampa PDF

I bambini, che belle persone! diceva Maria Montessori.

Da qualche anno ho preso l'abitudine di annotare e poi mettere per iscritto le situazioni in cui la mia bambina dice cose divertenti, perspicaci, strane e a volte anche un po' stupefacenti. Ne ho fatto una raccolta, a tutte ho dato un titolo e ho scritto una piccola prefazione. L'ho fatto per noi , per la famiglia, e ogni tanto vado a rileggerle perché mi diverto.

Leggete con me.

 

 

QUESTA SI CHE E’ LOGICA.

Io:                Angelica: vuoi i ceci o le lenticchie?

Angelica:        L’uovo.

Io:                No, ho detto o  i CECI o le LENTICCHIE.

Angelica:       Ma è tanto che non lo mangio: non mi ricordo nemmeno quando l’ho mangiato!

Io:                Ma se non ti ricordi … come fai a dire che è tanto tempo?

Angelica:       Mamma!  Se è tanto tempo è per quello che non mi ricordo!

 

PROPRIETA’ DI LINGUAGGIO

Andiamo a dormire, Angelica dorme con noi. Adoriamo dormire tutti insieme, come una volta, quando le stanze non c’erano e di necessità si faceva virtù.

Io:               Allora Angelica, patti chiari amicizia lunga! Basta rotolarmi addosso di notte perché sono stufa.

Angelica:       Mamma, non lo so se ci riesco.

Io:               Come non ci riesci? Non è mica difficile: tu stai nella tua metà campo ed è fatta!

Angelica:       Non posso prometterlo …

Io:                Perché?

Angelica:        Eh mamma: è la mia natura!

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna



Parole per pensare

Anton Egò:
Non ricordol'ultima volta
che ho chiesto di porgere i miei complimenti allo Chef;
e ora mi trovo nella straordinaria circostanza
che il mio cameriere ...
é il mio Chef!

Linguini:
Grazie ma questa sera sono solo il suo cameriere.

Egò:
Allora chi ringrazio per la cena?


«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf

«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf

Fiori di Bach e Cartoni Animati



Water Violet

Per chi desidera stare solo

ed é talvolta orgoglioso