Mangiabiologico.it

di Valeria Ballarati

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Cultura
Cultura

Manuale d'Amore degli scienziati

E-mail Stampa PDF

Uscito di recente negli Usa, il libro "Attached" è una sorta di guida alle relazioni amorose realizzata da due studiosi che hanno messo insieme decine di ricerche  sulla "teoria dell'attaccamento". Dai tre profili-base del partner - ansioso, evitante o sicuro - dipende la stabilità di un rapporto. E alcuni sono incompatibili
di ADELE SARNO

È un vero e proprio manuale d'amore perché promette di dare i consigli adatti per trovare la persona giusta e perché la storia vada avanti solida. La specialità del libro - uscito a gennaio negli Usa con il titolo "Attached. The New Science of Adult Attachment and How it Can Help You Find, and Keep, Love" - è però che l'autore non è un qualche "esperto" da rotocalco, ma due signori scienziati - Amir Levine, psichiatra e neuroscienziato, e Rachel Heller, psicologa alla Columbia University -  che esplorano le relazioni tra adulti e sostengono che sia l'esatta comprensione del ruolo che si assume in un rapporto ad aiutare a trovare e a sostenere l'amore.

"C'è troppa disinformazione - scrivono Levine ed Heller - , la gente vive di falsi miti, si nutre di convinzioni che non sono vere, e troppo spesso le storie d'amore diventano una perdita di tempo. In letteratura scientifica esistono moltissimi lavori sulle relazioni e su quella che oggi si chiama 'scienza dell'attaccamento adulto'. Noi abbiamo semplificato ciò che stato detto e lo offriamo ai lettori". I rapporti d'amore, in sostanza, secondo Levine ed Heller, non sono altro che relazioni vissute in maniera diversa in base alle esperienze affettive e sessuali pregresse dei due partner.

 

Faccio voto ...

E-mail Stampa PDF

 Di essere così forte da non permettere a niente e nessuno di disturbare la mia pace interiore.
 Di parlare di salute, felicità e prosperità a chiunque incontro.
 Di far sentire a tutti i miei amici che c’è qualcosa di speciale in loro.
 Di guardare il lato luminoso di ogni cosa e rendere vero il mio ottimismo.
 Di pensare solo al meglio, di lavorare solo per il meglio e di aspettarmi solo il meglio.
 Di essere entusiasta dei successi altrui come lo sono dei miei.
 Di dimenticare gli errori del passato e concentrarmi sui grandi traguardi del futuro.

 

Mare per tutti

E-mail Stampa PDF

Passeggiando sul porto di Anzio domenica mattina abbiamo notato un approdo diverso dagli altri: l’Approdo PAULUS.

Si trova al Molo Innocenziano, proprio accanto all’attracco degli aliscafi per Ponza. E’ diverso perché senza barriere architettoniche, con barche attrezzate per i diversamente abili, anche su carrozzine, che vengono imbarcate a mezzo di lunghe passerelle. L’ imbarcazione era pronta, si accingeva a lasciare il molo con i suoi ospiti a bordo, ed è stato bellissimo vederli salpare e prendere il largo.

 

Ricordo bene il suo fondamentale sorriso

E-mail Stampa PDF

“Ricordo bene il suo fondamentale sorriso.

Si tratta di un sorriso (...) dove confluiscono tutti i temi della sua opera di scrittore: contiene, in superficie, confusione, impaccio, una sorta di sbigottito deglutimento da recluta, che coprono appena una tremula richiesta di perdono, un’ammissione di inettitudine a vivere, di completa vulnerabilità, e un fondo di sconfinata, disastrosa tenerezza verso le minime cose del creato, di comprensione per ogni concepibile debolezza, follia, bassezza e contraddizione umana. E’ un sorriso mite, soave, sincero, disarmante, e il suo effetto su chi lo vede per la prima volta è infallibile: ecco finalmente, si pensa, un Uomo Buono.”

 

Frutta e verdura: meglio di stagione

E-mail Stampa PDF

Scopri il periodo giusto di frutta e verdura: quando si raccolgono e quando si consumano.
Ecco una domanda semplice semplice: sai qual è la stagione delle mele? E dei pomodori? E delle fragole?
Se hai qualche dubbio, non è colpa tua: adesso molti tipi di frutta e verdura si possono consumare per dodici mesi l’anno, grazie a coltivazioni in serra o perché vengono conservate in grandi celle frigorifere. Però c’è una cosa da importante da sapere: frutta e verdura, se mangiate nella loro stagione, sono più buone e fanno bene alla salute.
Perché la Natura è molto saggia e sa quello che fa.

 

In ITALSEMPIONE si legge ...

E-mail Stampa PDF

Italsempione è uno Spedizioniere Internazionale con filiali in Italia e nel mondo.
E’ uno dei principali attori nel settore delle spedizioni e della logistica, un solido gruppo privato che dall’Italia ha saputo diffondere in tutto il mondo la qualità e l’efficienza dei propri servizi. La Dirigenza Aziendale Italsempione è da sempre molto attiva nel sociale e per i propri dipendenti - tra le tante iniziative - ha realizzato da qualche anno una Biblioteca Interna.

 

La mela chiodata

E-mail Stampa PDF

Fin dal Medioevo le persone che necessitavano di ferro si cibavano di mele nelle quali erano stati inseriti dei chiodi; gli acidi contenuti nella mela (soprattutto gli acidi malico e citrico) sciolgono infatti il ferro del chiodo e pertanto la mela stessa si arricchisce di questo prezioso metallo. Un buon rimedio per stimolare l'assimilazione del ferro consiste nel procurarsi da sei a otto grossi chiodi di ferro non zincati, quelli cioé che possono arrugginire. I chiodi vanno sterilizzati per alcuni minuti in acqua bollente e poi inseriti in una mela biodinamica (o biologica) che dopo 24 ore, una volta liberata dai chiodi, potrà essere mangiata; i chiodi vanno poi inseriti in una nuova mela per il giorno successivo. Non bisogna farsi impressionare dal fatto che la mela si presenta nera nei punti di inserimento dei chiodi, il sapore é quasi invariato.

 

Il pericolo di essere perfetti

E-mail Stampa PDF

"Le persone che parlano CNV* amano fare degli errori perché non cercano di essere perfette. Essere perfetti è pericoloso”. M. Rosenberg

I giudizi moralistici sono il modo attraverso il quale la nostra cultura ci ha insegnato a prenderci cura dei nostri bisogni.

Il linguaggio comune, quello televisivo ad esempio, è infarcito di valutazioni continue su ciò che è bene o male, giusto o sbagliato, normale o anormale. Le informazioni girano così velocemente che c’è appena il tempo di capire quali sono i fatti accaduti, le cose dette e non dette.

 

Il triangolo drammatico

E-mail Stampa PDF

“Tutto l mondo è un palcoscenico  e tutti, uomini e donne nono son che attori. Hanno le loro entrate ed uscite; ciascuno nella sua vita recita diverse parti.” Shakespeare


Stephen Karpman ha elaborato questo strumento, il triangolo drammatico, per analizzare i giochi psicologici cioé una serie di transazioni effettuate da due persone in modo inconsapevole che conducono le stesse, in modo ripetitivo e reciproco, a vivere emozioni spiacevoli.

 

La paura della morte

E-mail Stampa PDF

La natura umana porta con sé la paura della morte, che diviene un vero e proprio macigno nell’età della vecchiaia. Infatti la paura di morire è strettamente legata alla paura di invecchiare. Principalmente ciò accade a causa del pensiero attuale, ben rispecchiato dalla riflessione ciceroniana che vede la vecchiaia principalmente come una condizione di perdita.

 

L'Amore, un fondersi senza confondersi

E-mail Stampa PDF

(…) Fromm parla dell’amore come un potere dell’anima, un’attitudine personale che determina i rapporti di una persona nei confronti del mondo e non verso un singolo oggetto d’amore. “Se amassi veramente una persona amerei il mondo,amerei la vita. Se posso dire ad un altro <ti amo>, devo essere in grado di dire <amo tutti in te, amo il mondo attraverso te, amo in te anche me stesso>”. Questo è Amare, ma dire così non significa dire che non esistano differenze tra varie forme d’amore legate al proprio oggetto.

 


Pagina 8 di 9


Parole per pensare

Sono ciò che penso: le mie idee creano la mia identità.

(Cit.)

«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf

«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf