Mangiabiologico.it

di Valeria Ballarati

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Fatti
Fatti

La complessità in medicina tra Bios e Pathos

E-mail Stampa PDF

di Paolo Bellavite

Ho pensato di inaugurare la mia attività in SFERO con un articolo impegnativo, in cui riassumo le riflessioni che ho svolto negli anni  più maturi della mia attività di ricercatore e patologo.  In Facebook gestivo una pagina pubblica dal titolo “La complessità in medicina”, titolo che si riferiva alla mia opera più completa della patologia generale come da me concepita. Qui ne offro  un sunto. Si tratta di un articolo impegnativo, certo non continuerò con questo tono altrimenti perderò i lettori e le lettrici che finora hanno avuto la bontà di seguire il mio percorso scientifico e umano. Si tratta quindi un po' di prova, un po' di inaugurazione… Buona lettura!

Sono un patologo generale, ovvero un medico che per professione cerca di capire scientificamente cos’è la patologia, le “regole” che sottostanno all’origine del male fisico (e perché no morale) in un mondo che si sperava creato per la vita. Dopo molti lavori di tipo tecnico e specialistico, ho cominciato a riflettere su temi di carattere più profondo e radicale. La patologia non si può facilmente “confinare” in un’anomalia o distorsione di un meccanismo anatomico o molecolare, ma si può concepire come un “dis-ordine” del sistema vivente vari livelli della sua organizzazione. Tale impostazione implica la migliore comprensione di cosa significhi “ordine” in un mondo pieno di variabilità e di “errori”. Implica anche capire che non tutto ciò che sembra malattia e disordine lo sia veramente e non tutto ciò che sembra normale e ordine sia segno di salute.

Il problema di fondo: all’origine del bene e del male

 

L’europeismo fideistico di Draghi ci porterà alla rovina

E-mail Stampa PDF

di Paolo Maddalena

Vice Presidente emerito della Corte Costituzionale.


Mario Draghi, nella replica di ieri, ha confermato che le sue idee non sono affatto coerenti con la realtà che viviamo.

Egli concepisce l’Europa come la panacea di tutti i mali e afferma con forza che l’Italia sarà europeista e atlantista. Sfugge, al nostro Capo del governo, che i mali italiani derivano soprattutto dalle diseguaglianze economiche fra i Paesi europei, tra cui primeggiano Francia e Germania, con i quali Draghi intende stringere più stretti rapporti, dimenticando che questi due Paesi si sono impossessati di gran parte delle fonti di produzione di ricchezza italiana.

L’Europa così com’è non funziona e deve essere riformata. Occorre mettere su un piano di parità economica e sociale tutti gli Stati membri e realizzare un effettivo mercato interno dove non ci siano paradisi fiscali, come Olanda e Lussemburgo, e solo allora si potrà parlare di condizione di parità tra gli Stati membri, come prescrive l’articolo 11 Cost.


 

Apologia del Dr Roberto Gava

E-mail Stampa PDF
Qualche giorno fa ho letto una frase che mi ha colpito particolarmente: "Se tu sei libero, la tua sola esistenza dà fastidio a chi pensa di esserlo ma non lo è perché schiavo di paura o convenienza".
Da settimana prossima mi impegnerò maggiormente a proporre nuovi contenuti, progetti, idee e riflessioni con l'unico obiettivo che mi accompagna da una vita: CRESCERE E FAR CRESCERE IN CONOSCENZA E CONSAPEVOLEZZA.
Grazie di cuore a tutti coloro che hanno fiducia in me.
Lo ripeto con forza: non abbiate mai paura, ma combattete con ferma mitezza per salvaguardare la vostra salute e la vostra libertà.
Un abbraccio a tutti
Grazie a chi mi aiuta a diffondere quello che dico e che scrivo.
 

Si diploma in Italia e inventa una macchina per spremere il burro di karité

E-mail Stampa PDF

Ha trascorso 26 anni in Africa senza mai imparare a leggere e scrivere, come moltissimi altri suoi concittadini del Mali, un paese completamente schiacciato dalla mancanza di scuole. Arriva in Italia, dunque, del tutto analfabeta; impara in pochissimo tempo le lettere e si diploma alla scuola serale, nel giugno 2020, con 7 di valutazione.

 

L'esplosione di Beirut causata da una bomba atomica tattica al porto

E-mail Stampa PDF

L’informazione arriva ad Africa ExPress da una fonte militare autorevole e prestigiosa che proprio perché esposta vuole restare anonima: “La causa dell’esplosione che la sera del 4 agosto ha devastato Beirut è stata provocata da un’arma nucleare tattica stoccata al porto”. La detonazione ha provocato un potentissimo spostamento d’aria che ha distrutto interi quartieri della capitale libanese e il boato è stato udito a parecchi chilometri di distanza, perfino a Cipro.

Gli ordigni chiamati “tattici”, rispetto alle armi nucleari strategiche che tutti conosciamo, hanno una potenza nettamente inferiore, a volte pari a un solo kilotone, molto inferiore a quello sganciato su Hiroshima alla fine della seconda guerra mondiale, che ne aveva 15.

Il loro scopo è quello di effettuare attacchi mirati provocando un numero ridotto di vittime ed evitando così una risposta termonucleare da “The day after”.


 

Il digiuno alla Mausolea

E-mail Stampa PDF

Rientro domenica sera da una settimana di depurazione fisica ed emozionale.

Ho partecipato all'incontro sul Digiuno organizzato dall'Associazione La Grande Via a Bibbiena, in provincia di Arezzo, a pochi minuti dall'Eremo di Camaldoli.

E' stata una settimana particolarmente interessante, sia per i contenuti che per il luogo e le persone incontrate. Non so esattamente perche' mi sono sentita di partecipare, quando ho visto il corso non ci ho pensato due volte e mi sono iscritta. Talvolta e' proprio solo una questione di istinto.


 

Paese che vai ...

E-mail Stampa PDF

Il gran giorno è arrivato: il progressivo calo in Italia della pandemia di covid-19 ha portato a confermare le previsioni del DPCM del 18 maggio scorso. Dal 3 giugno cade quindi il divieto di spostamento interno tra tutte le Regioni italiane e verso altri stati dell’Unione Europea: ci sarà libertà di circolazione in area Schengen tranne che in alcuni Paesi che hanno contingentato gli ingressi in base al livello epidemiologico. L’area Schengen resta comunque inibita a gran parte dei voli internazionali da altri continenti almeno fino al 15 giugno. Ecco nel dettaglio cosa accade.

Per quanto riguarda le regioni italiane, dopo accese discussioni sull’eventualità di far ripartire prima alcune regioni di altre, ha prevalso la linea di aprire tutti gli spostamenti tra Regioni: non ci saranno divieti, né bisogno di autocertificazioni. Restano le regole di distanziamento sociale e di divieto di assembramento mentre alcune Regioni, più critiche verso questa decisione, hanno messo qualche paletto ulteriore, ma niente di insormontabile: tutto verte sulla necessità di monitorare gli arrivi.


 

Cassese stronca Conte e Arcuri: per l’app Immuni serve una legge (non basta un’ordinanza)

E-mail Stampa PDF

Sabino Cassese - Festival Economia 2014.JPGFerve il dibattito sull’app Immuni decisa dal governo con il commissario Arcuri. Il parere del costituzionalista Cassese, i dubbi della vittima e la posizione delle opposizioni

“Serve una legge per decisioni del genere”. E ‘quello che ha detto il costituzionalista e giudice emerito della Corte costituzionale, Sabino Cassese, già ministro della Funzione pubblica, sull’ordinanza del commissario all’emergenza Domenico Arcuri sull’app Immuni anti Covid-19 concessa dalla società Bending Spoons ( qui l ‘approfondimento di Start Magazine sui soci anche asiatici della società ).

Cassese – dopo aver già messo a punto le soluzioni normative sull’emergenza sanitaria – si è espresso questa mattina nel corso della trasmissione Omnibus su La7: “Per una decisione così rilevante per la meraviglia che non c’è stata una legge o un atto di un’amministrazione amministrativa . Non basta un’ordinanza “.

 

L'intelligenza delle piante

E-mail Stampa PDF


"Le piante sono capaci di risolvere problemi; la capacità di risolvere problemi é la base stessa dell'intelligenza."

Prof. Stefano Mancuso


Leggevo ieri questa interessante intervista, e trovavo l'ultima frase particolarmente significativa.

Stefano Mancuso e la vita segreta delle piante: «Per sopravvivere si spostano»
Il direttore del laboratorio Internazionale di Neurobiologia vegetale: «Gli alberi nutrono i semi come i genitori farebbero con un bimbo. E sono organismi pionieri: viaggiano e reagiscono al cambiamento del clima innalzandosi per cercare il fresco»
di Walter Veltroni

 

Farsi cercare, e trovare.

E-mail Stampa PDF














La libreria nella piazza di Latina é uno dei miei posti libreschi preferiti. Ci ho fatto un salto la settimana scorsa, ho comperato un paio di romanzi americani in edizione economica e dato un'occhiata in giro: era affollatissima. Bello. C'era anche una piccola mostra, sulla scalinata.

E' bello vedere quante persone si aggirano tra i volumi (e non sostano davanti alla classifica, peraltro in posizione privilegiata) guardando, sfogliando, leggendo, con i  bambini tranquilli e impegnati al piano di sopra, dove esiste una nutrita sezione anche per loro. Certo che i libri editi sono oramai tantissimi ed emergere nella mole di testi disponibili sembra un'impresa titanica ... e allora, mentre mi guardavo in giro, mi chiedevo cosa può fare un autore per farsi trovare. Farsi cercare, ad esempio.



 

Mark Knopfler a Caracalla

E-mail Stampa PDF

Due giorni fa sono andata al concerto di 'Daje Marco' a Caracalla.

Avrei voluto scriverne, ma leggendo le notizie in rete mi sono imbattuta nello strepitoso articolo di Giovanni Berti e mi son detta: non si poteva scrivere meglio di così! Di conseguenza perché faticare? Aggiungo solo i link ai brani, per comodità, e com'é andata potete leggerlo dalle sue parole.

V.

mark3

Mark Knopfler a Roma, due ore di bellezza

Eccolo qui, Mark Knopfler insieme alla sua band allargata di dieci elementi, con il fido Guy Fletcher ad orchestrare il tutto ed allargare il sound per fare ulteriore spazio a versi e rime. Eccolo, forse invecchiato ed appesantito nell’aspetto (compirà 70 anni il prossimo 12 agosto), ma con il carisma intatto e la saggezza crescente di un uomo che ha raccolto storie di vita in tutto il mondo e continua a raccontarle come se si trovasse nel tinello di casa sua o in un pub fumoso di un paesino sperduto delle Midlands.

 


Pagina 1 di 15

Romanzo

La storia dell'uomo e
della scoperta
dei Fiori di Bach.

Booktrailer

Fiori di Bach e Cartoni 22 Semola

 

ELM

Se ti trovi sopraffatto

da un eccesso di responsabilità