Mangiabiologico.it

di Valeria Ballarati

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

La creazione scientifica

E-mail Stampa PDF

Oggi non ho molto tempo, sono un po’ indietro con la preparazione degli studi, ma due cose che mi sono sembrate interessanti vorrei segnalarle.

Leggendo il libro Il sacro di Rudolf Otto per l’esame di Filosofia della Religione (bello, anzi, aiutam’ a dì bello) davanti a un pensiero non sono riuscita a trattenere due lacrimucce. Le parole sono arrivate direttamente ai sentimenti.

Alcuni termini possono forse risultare non di immediata comprensione senza nozioni di base ma, non perdetevi d’animo, metto i passaggi che servono all'uopo. E' un concetto importante per non tentarne almeno l'impresa. Quale concetto? Questo:


 

il rischio-beneficio affrontato in maniera superficiale

E-mail Stampa PDF


Secondo il Prof. Bellavite, Professore, medico chirurgo, specialista in ematologia, il rischio-beneficio non é adeguatamente valutato, così come la segnalazione delle reazioni avverse al nuovo vaccino sperimentale, di già molto superiori a quanto dichiarato da Aifa (4000 su 100.000 e non 40 su 100.000).

Ascoltate la sua intervista.

https://www.la7.it/dimartedi/video/vaccini-prof-bellavite-ha-ragione-chi-ha-paura-siamo-ancora-nella-fase-di-sperimentazione-finira-nel-04-05-2021-379290

V.

http://www.paolobellavite.it/cv-italiano.html

NOTA: a seguito di questa intervista l'università dove il Professore lavora ha chiuso la sua personale casella di posta senza nemmeno comunicarglielo. Credo che l'università, il libero pensiero e la verità dei fatti siano in pericolo se succedono queste cose.

NOTA 2: L'università di Verona ha chiuso il rapporto di collaborazione con il Prof. Bellavite. Direi che ora possiamo essere certi: nell'università ci sono ingerenze che non dovrebbero esserci, ma il peggio é che nessuno ne fa mai menzione. La dignità della professione di insegnante e il cuore soprattutto, quello che si mette nelle cose che si fanno, come avranno fatto a tacitarlo? A quale prezzo?


 

Come riuscire ad amare Aristotile

E-mail Stampa PDF

Sono state giornate di emozioni forti. 

La micia Emma ha partorito due esserini meravigliosi, ho assistito al parto, uno era podalico; un uccellino ha rischiato la vita sbattendo in volo contro i vetri puliti, s'é salvato grazie ai fiori, ma che botta; ho dato la prima parte dell’esame filosofia morale, che mi destava preoccupazioni da mesi; il liceo mi convoca per parlare del rendimento di mia figlia, a cui la Dad non va né su né giù.

Cerco di spiegare alla coordinatrice che il nuovo modo di fare scuola a distanza non è propriamente scuola. Se per me non arrivare a Villa Mirafiori - grazie al collegamento da casa, due ore di lezione - può esser più che comodo, per un ragazzo non è uguale: la socialità per loro é importantissima.  Rimanere 5 ore da soli davanti a un video, ogni giorno, per un intero anno, equivale a perdere di stimoli. E' successo a lei come a tutti, e c'é solo da capirli. Se per un adulto é un'agevolazione, per un ragazzo é la noia. E se posso permettermi, 5 ore seduti davanti a un video é insostenibile anche fisicamente, specie per i più piccoli. Per fortuna concordava.


 

Nous on veut danser encore

E-mail Stampa PDF


 

Nora's Kitchen

E-mail Stampa PDF

Our Bach Centre Café, Nora’s Kitchen, is open!

After the latest government guidelines and with our new outdoor decking area situated peacefully underneath the Aspen tree, we’re so happy to say that we can open our café doors once again!

We’re open from: 10:30- 2:30, Tuesday - Friday!

You can find us at the Bach Centre in the beautiful South Oxfordshire village, Brightwell-cum-Sotwell, and sitting alongside the bridle path - why not pop in for a cup of tea or coffee on route!

Alternatively we are continuing our takeaway option, please ring the bell at the gate and we’ll be happy to serve you.

Please note that unfortunately the Bach Centre is still closed to visitors under the current UK national covid restrictions, however we look forward to welcoming you back to the Centre on the 17th May!

Until then please feel free to enjoy Nora’s Kitchen and the Bach Centre garden!

The Bach Centre team x


Opening times:

The Bach Centre Café is open to everyone!
* 10:30 - 2:30
* Tuesday - Friday
* Tea, Coffee, Light Bites & Lunches
We look forward to welcoming you.

Find Out More

Che bella notizia! Chissà quando riuscirò a tornarci ...

 

In teoria e in pratica

E-mail Stampa PDF

Mentre addento un pezzo di cioccolato allo zenzero faccio una breve pausa e vi racconto come va con gli studi. Ho intanto preso un altro 28 a Pedagogia, e sto preparando l’esame di Filosofia Morale di fine Aprile: abbiamo da poco finito di ripassare, in gruppo su meet.

Sono ricominciate le lezioni di Filosofia Antica e anche un nuovo corso, Filosofia della Religione, che dalle prime battute é molto bello. Ho poi spedito la domanda Erasmus come uno studentello qualsiasi (per Coimbra e Lisbona, quanto mi era piaciuto il Portogallo!) ma dubito che la pandemia si fermerà in inverno, che si riuscirà a partire, e perciò se l’università straniera erogherà corsi in lingua deciderò il da farsi. 

Ma torniamo a Filosofia Morale. Questo di aprile è un appello straordinario, avrei infatti dovuto dare l’esame a febbraio, ma non sentendomi abbastanza pronta ho preferito rimandare. Perché non lo ero??

 

Teologia, Filosofia e Scienza

E-mail Stampa PDF

BERTRAND RUSSELL, Storia della filosofia occidentale (TEA, 2007).

La filosofia, nel senso in cui io intendo la parola, è qualcosa di mezzo tra la teologia e la scienza. Come la teologia, consiste in speculazioni riguardo alle quali non è stata finora possibile una conoscenza definita; come la scienza, si appella alla ragione umana piuttosto che alla autorità, sia quella della tradizione che quella della rivelazione.

Tutte le nozioni definite, direi, appartengono alla scienza; tutto il dogma, cioè quanto supera le nozioni definite, appartiene alla teologia. Ma tra la teologia e la scienza esiste una Terra di Nessuno, esposta agli attacchi di entrambe le parti; questa Terra di Nessuno è la filosofia.

Commento: buon venerdì Santo a tutti.

 

Interessante frammento

E-mail Stampa PDF


Per continuare la SAGA FILOSOFICA vorrei proporre la lettura dell'unico frammento di Anassimandro giunto fino a noi. 

Perché proprio questo? 

Perché é il più antico testo filosofico occidentale, da sempre oggetto di interpretazione dei filosofi, e non essendo ancora ben compreso, gli studiosi cercano una soluzione all'enigma.

Anch'io voglio cimentarmi nell'impresa, per quanto posso capire con il mio modo di vedere le cose della vita, attingendo al bagaglio che ognuno di noi, nel suo vivere quotidiano, acquisisce.

Dunque, il frammento tradotto e riportato da DAPHNET.org dice così:

 

I Pluralisti

E-mail Stampa PDF

Con Empedocle, Anassagora e Democrito ha inizio una nuova tendenza e nuove interpretazioni della realtà. Dopo le prime ipotesi moniste della scuola Ionica - un solo Arché principio di tutte le cose – dopo le dottrine di Parmenide ed Eraclito in contrasto tra una realtà immobile o in continuo divenire, la corrente detta dei PLURALISTI propone un nuovo sapere in grado di risolvere la contrapposizione essere-divenire.

Aumentando il numero dei principi organizzatori - archai - i filosofi pluralisti interpretano il mondo come un continuo unire e sciogliersi, aggregarsi e disgregarsi, a partire da elementi primari (quattro materie naturali) e forze immutabili (amore-odio) che nella realtà governano e trasformano.

E’ infatti indiscutibile che le cose del mondo variano (molteplicità dei fenomeni) ma ciò coesiste con un’unica origine del Tutto (l’Essere è uno) e il motivo della molteplicità è che tutto si trasforma sempre, assumendo ora un aspetto ora un altro.


 

Dove nasce la Filosofia?

E-mail Stampa PDF

Tradizionalmente la Filosofia nasce a Mileto, una colonia greca dell’Asia Minore, nel VII sec. a.C.

Mileto è cittadina portuale, ricca e dinamica in scambi commerciali, aperta al dialogo, all’incontro con nuove culture, ai modi diversi di concepire il mondo. I milesi amavano dialogare per scoprire, avendo intuito che una maggior conoscenza aumentava le possibilità stesse dell’uomo.

Talete, Anassimandro e Anassimene sono considerati i primi filosofi[1] della storia, appartenenti a quella che viene definita “La scuola di Mileto” ma che non fu propriamente una scuola, giacché i suoi rappresentanti vissero in epoche diverse e non è certo che si conobbero.

Le scuole infatti, per come le intendiamo, sono luoghi di aggregazione, vicinanza, scambio, dove gli hetairoi (compagni) condividono un indirizzo di pensiero, un atteggiamento metodologico o culturale, ovvero alcuni tipi di interesse (a volte anche beni materiali).

Ciò che accomuna invece gli ionici è l’oggetto dei loro pensieri: l’origine della psysis, (Φύσις) PHYSIS, la natura che circonda gli uomini, primo oggetto di indagine filosofica.

Il termine deriva dal verbo “phyo”, che significa “cresco”, “nasco”, legato quindi a un concetto di energia che dà la vita, per cui i fisici (o fisiologi) si occupano della physis intesa come un movimento di generazione.


 


Pagina 2 di 117

Romanzo

La storia dell'uomo e
della scoperta
dei Fiori di Bach.

Booktrailer

La Teologia é la regina delle Scienze.

La Filosofia é l'autostrada per la Teologia.

Bach e Cartoni 13 Chicken Little


 MIMULUS

Se siete talvolta timidi e in imbarazzo,

o avete le paure note