Mangiabiologico.it

di Valeria Ballarati

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Departures

E-mail Stampa PDF

Giovedì sera sono andata a vedere un bel film, essenziale, poetico di quelli che aiutano la riflessione.
DEPARTURES è stato uno dei film più amati dai critici cinematografici della scorsa stagione.

La recensione più bella sul film è di Natalia Aspesi su “Repubblica” ed eccola qui:

 

Il triangolo drammatico

E-mail Stampa PDF

“Tutto l mondo è un palcoscenico  e tutti, uomini e donne nono son che attori. Hanno le loro entrate ed uscite; ciascuno nella sua vita recita diverse parti.” Shakespeare


Stephen Karpman ha elaborato questo strumento, il triangolo drammatico, per analizzare i giochi psicologici cioé una serie di transazioni effettuate da due persone in modo inconsapevole che conducono le stesse, in modo ripetitivo e reciproco, a vivere emozioni spiacevoli.

 

Una nuova nave per aiutare le balene

E-mail Stampa PDF

Alla raccolta fondi di sabato sera svoltasi a Hollywood, abbiamo condiviso con gli altri sostenitori  l’entrata dell’Ocean Adventurer nella nostra flotta per la prossima campagna antartica contro la caccia alle balene chiamata operazione “No Compromise”.

 

La paura della morte

E-mail Stampa PDF

La natura umana porta con sé la paura della morte, che diviene un vero e proprio macigno nell’età della vecchiaia. Infatti la paura di morire è strettamente legata alla paura di invecchiare. Principalmente ciò accade a causa del pensiero attuale, ben rispecchiato dalla riflessione ciceroniana che vede la vecchiaia principalmente come una condizione di perdita.

 

Quanno ce vò, ce vò

E-mail Stampa PDF

Avrei potuto scrivere sulle ultime affermazioni e gli ultimi episodi riguardanti il nostro Premier.

Avrei potuto riportare la lettera e le toccanti parole di una mamma orgogliosa di avere un figlio gay. E poi ho visto questa vignetta e mi sono detta: ma é quello che mi serviva!

Si, l'ammetto: non é proprio il mio stile ma, come si dice a Roma ... quanno ce vò, ce vò!

 

 

Panino Arcobaleno ed altre

E-mail Stampa PDF

Angelica sta giocando in cortile, canticchia e poi mi chiama a gran voce.

Angi: Mamma, vieni a vedere! Ho cucinato!
Io:    Ah si?
La raggiungo; per terra vicino a lei c’è qualcosa: due grandi foglie verdi a forma di cuore con dentro …
Angi: E’ un Panino Arcobaleno!

 

La relazione tra paura e malattia

E-mail Stampa PDF

 

(...) Un altro fondamentale aiuto è liberarci da ogni paura.
In realtà la paura no ha posto presso l’uomo perché la Divinità che è in noi, che è noi stessi, è invincibile e immortale (…). Nella nostra epoca la paura delle malattie si è estesa tanto da dare grande potenza al male poiché apre la porta a ciò che temiamo e ne facilita l’ingresso.

Questa paura è egoismo, perché se ci occupassimo seriamente della cura degli altri non troveremmo il tempo di temere le malattie che potrebbero colpirci.

 

Blitzkrieg* in Milan

E-mail Stampa PDF

 Reportage sulla buona cucina vegan e vegetariana all’ombra della Madunina

Fa sempre piacere rivedere i vecchi amici di persona, soprattutto di ritorno da un viaggio interessante.
Ci si scambiano le esperienze, le notizie, si accumunano i ricordi: io sono di origini lombarde e sentir parlare della mia città è come esserci stata un po’ anch’io. A Milano è il periodo precedente i famosi nebbioni e non è che la temperatura fosse altissima; se ci mettete che ha pure piovuto ecco che il più “fisicamente fragile” della premiata Veganriot (Paolo Occhiolino) si è raffreddato ed è tornato col mal di gola ...

 

Da Mafioso a bracciante sui campi tolti ai clan

E-mail Stampa PDF

Ore 4, Massimiliano si sveglia. Alle 5 deve essere sui campi, per raccogliere l'uva. Massimiliano è un bracciante, ma molto particolare. Unico. Perché quando si sveglia è in carcere. Perché lui è un 416bis, condannato a 12 anni per associazione a delinquere di tipo mafioso, la Sacra corona unita, la mafia pugliese. Ma ora non è più un mafioso.

 

La Linea di confine

E-mail Stampa PDF

Mangiare vegetariano non è una privazione.
Chi mangia proteine vegetali non toglie ma aggiunge valore a ciò che mangia.
Per chi è all’inizio della scelta vegetariana – o ci ragiona per la prima volta - è comprensibile che sembri li per li una privazione perché staccandosi dall’utilizzo di carni e pesci ci si trova inizialmente combattuti tra le proprie vecchie esigenze alimentari e la nuova identica esigenza di preservare “la vita”. Sulle prime, diciamocelo, normalmente prevale l’ego.

 


Pagina 104 di 109


Parole per pensare

Anton Egò:
Non ricordol'ultima volta
che ho chiesto di porgere i miei complimenti allo Chef;
e ora mi trovo nella straordinaria circostanza
che il mio cameriere ...
é il mio Chef!

Linguini:
Grazie ma questa sera sono solo il suo cameriere.

Egò:
Allora chi ringrazio per la cena?


«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf

«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf

Fiori di Bach e Cartoni Animati



Water Violet

Per chi desidera stare solo

ed é talvolta orgoglioso