Mangiabiologico.it

di Valeria Ballarati

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

10 Ragioni per non picchiare i nostri Bambini, di Jan Hunt

E-mail Stampa PDF

1. Picchiare i bambini insegna a questi ultimi a diventare a loro volta individui violenti. Da numerosi studi e ricerche è emersa una diretta correlazione tra le punizioni corporali subite nell'infanzia e il comportamento violento di giovani e adulti. Da piccoli, praticamente tutti i peggiori criminali sono stati regolarmente minacciati e percossi.
2. Il messaggio lasciato dietro di sé dal castigo dice che è giusto maltrattare chi è più piccolo e debole di noi. Il bambino conclude quindi che è giusto essere violenti nei confronti di bambini più piccoli. Da adulto, quella stessa persona non avrà compassione di individui più deboli di lui e proverà timore nei confronti dei più forti.
3. I bambini imparano dall'esempio dei genitori.

 

Urban Market Survivors

E-mail Stampa PDF

Urban Market Survivors
Come fare la spesa senza sostenere la vivisezione.

Quando ti prepari un thé Lipton, un brodo Knorr o Maggi, quando mangi la Maionese Calvé, il cornetto Algida, uno snack Kitekat, Lion e Twix, la Simmenthal, l’Invernizzi e il Philadelphia; prodotti Kraft, Cereal e Perugina; il panettone Motta, la pasta Buitoni e i prodotti Alemagna; quando compri gli m&m’s, le Pringles o gli Smarties perché piacciono ai tuoi bambini, stai sostenendo chi utilizza la vivisezione.

 

la solita pagliuzza e la solita trave

E-mail Stampa PDF

 

Questo é il tatoo di Fabiana, mia cognata, che lavora al bar.

In estate usa un camice a maniche corte e i commenti dei clienti si sprecano ...

 

 

L'Amore, un fondersi senza confondersi

E-mail Stampa PDF

(…) Fromm parla dell’amore come un potere dell’anima, un’attitudine personale che determina i rapporti di una persona nei confronti del mondo e non verso un singolo oggetto d’amore. “Se amassi veramente una persona amerei il mondo,amerei la vita. Se posso dire ad un altro <ti amo>, devo essere in grado di dire <amo tutti in te, amo il mondo attraverso te, amo in te anche me stesso>”. Questo è Amare, ma dire così non significa dire che non esistano differenze tra varie forme d’amore legate al proprio oggetto.

 

Tato TASSO (e tata Angelica)

E-mail Stampa PDF

Angelica legge un brano dal nuovo libro di lettura della scuola.
 
TATO TASSO vuole un berretto rosso.


Tutti i giorni, tornando da scuola, Tato tasso si strappava di dosso il suo berretto verde e lo scagliava a terra gridando: - Non mi piace questo orrendo berretto! Ne voglio uno rosso! Tutti i miei compagni di classe hanno il berretto rosso!

 

La Storia della Signora Centaury

E-mail Stampa PDF

Centaury

di Edward Bach

 

Sono debole, si lo so che sono debole, ma perché? Perché ho imparato a odiare la forza, il potere ed il dominio, e se eccedo forse in gentilezza, perdonatemi perchè é solo una reazione al dispiacere che proverei nel ferire gli altri. Presto imparerò a capire come trovare il giusto equilibrio tra non soffrire e non far soffrire ma per il momento preferisco soffrire piuttosto che dare un solo momento di pena ad un mio fratello.

Suvvia, siate pazienti con il vostro piccolo Centaury: é debole. Lo so, ma questa debolezza é un lato buono, e presto crescerò più forte, resistente e più bello vicino a voi tutti e mi apprezzerete perché la forza la imparerò da voi.

 

Saper Servire

E-mail Stampa PDF

Rachel Remen, autrice di Kitchen Table Wisdom*, dedica al tema alcune riflessioni che io considero tra le più belle definizioni del significato di servizio. Parafrasando le sue parole, servire non é la stessa cosa che aiutare.

Aiutare implica una disuguaglianza, non prevede un rapporto alla pari. Quando si aiuta, si usa la propria forza a beneficio di qualcuno che ne ha meno. E' un rapporto dove una delle parti é in una posizione svantaggiata, e dove la disuguaglianza é palpabile. Ponendoci nell'ottica dell'aiuto possiamo inavvertitamente sottrarre all'altro più di quanto gli diamo, indebolirne in senso di dignità e l'autostima. Quando aiuto sono chiaramente cosciente della mia forza. Ma per servire dobbiamo mettere in gioco qualcosa di più che la nostra forza. Dobbiamo mettere in gioco la totalità di noi stessi, attingere all'intera gamma delle nostre esperienze. Servono le nostre ferite, i nostri limiti, perfino i nostri lati oscuri. La nostra interezza serve l'interezza dell'altro e l'interezza della vita.

 

Le Ali fasulle di Red Bull

E-mail Stampa PDF

Ieri verso le due di pomeriggio, poco distante dalla scuola professionale Emanuela Loi di Nettuno, all’orario di uscita da scuola degli studenti è arrivata l’auto promozionale della Red Bull.
Due promoters - ragazze di circa 25 anni - provvedevano velocemente alla distribuzione estraendo le lattine al passaggio dei ragazzi e invitandoli a prenderle “gratuitamente”, senza dare nessuna informazione sul prodotto. Tantissimi, per la maggior parte minorenni di passaggio per andare alla fermata dell’autobus, si sono avvicinati incuriositi e poiché non c’era niente da pagare l’hanno presa ed assaggiata. Ora di pranzo. Una cosa energetica a stomaco vuoto ci voleva, no?

 

Festival delle Lettere

E-mail Stampa PDF

Venerdì mattina ho avuto il piacere di partecipare alla conferenza stampa on-line per giornalisti organizzata dal Festival delle Lettere, in occasione dell’imminente premiazione dell’edizione 2010, realizzata presso il Teatro Dal Verme di Milano domenica 10 ottobre.
Attraverso questo nuovo modo di comunicare che evita il disagio territoriale della distanza (io ero a Roma, la conferenza a Milano) Luca Carminati, uno degli ideatori del Festival, ci ha intrattenuti parlando di contenuti e numeri della bella Manifestazione, alla sua Sesta Edizione.

 

Requisito anagrafico

E-mail Stampa PDF

Ho perso di vista il punto. Ho bisogno che qualcuno mi spieghi perché i nostri soldati in Missione di Pace non riescono a ritornare vivi. Questa volta i loro nomi sono: Gianmarco, 32 anni, Francesco, 26 anni, Sebastiano, 27 anni e  Marco, 23 anni.

Per chi sono morti questi giovani? Per servire quale ideale? Era un sacrificio necessario?

 


Pagina 105 di 109


Parole per pensare

Anton Egò:
Non ricordol'ultima volta
che ho chiesto di porgere i miei complimenti allo Chef;
e ora mi trovo nella straordinaria circostanza
che il mio cameriere ...
é il mio Chef!

Linguini:
Grazie ma questa sera sono solo il suo cameriere.

Egò:
Allora chi ringrazio per la cena?


«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf

«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf

Fiori di Bach e Cartoni Animati



Water Violet

Per chi desidera stare solo

ed é talvolta orgoglioso