Mangiabiologico.it

di Valeria Ballarati

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Liberazione animale

Liberazione animale

E-mail Stampa PDF

Decidere di non mangiare Animali è la mia scelta.

E’ una Scelta d’amore che sento giusta per me e sono oramai 26 anni.
Posso fare a meno di mangiarli perché amo di più vederli vivi, coi loro cuccioli vicini, al pascolo, nel mare o nella natura, di qualsiasi specie si tratti.

Carne, latte e uova non mi mancano perché so quanta sofferenza provocano e ho scelto di non prenderne parte. Non li penso come cose o cibo.  Sono certa che sono intelligenti.
Non mi sento l'essere superiore, anzi, talvolta mi capita di pensare che gli “evoluti” siano loro, nelle molteplici manifestazioni di affetto, fedeltà e sacrificio di cui sono capaci.

Credo siano depositari del valore più grande, la vita, e devono poterla vivere così come noi abbiamo il diritto di vivere la nostra.
Ed é tutto qui.


 “Non invitatemi ad un raduno di guerra, non sono disponibile. Ma chiamatemi quando inizia il Raduno per la Pace.”   Madre Teresa.

 

 "Invece di essere anti-guerra o anti-qualcosa é meglio essere Pro-Pace o Pro-qualcosa, alimentando il sentimento positivo,  altrimenti si diventa come la cosa contro la quale si combatte. Ogni successo ottenuto “contro qualcosa” è un’illusione temporanea. Ogni successo ottenuto “a favore di qualcosa” ha più possibilità di essere una realtà permanente".  Freeman Wicklund 

 

L'ingresso della casa di Londra di Millicent Garrett Fawcett


Parole per pensare

E la ragione le disse: Silenzio! Che cosa senti?

E lei rispose: Sento il rumore di passi. Miriadi di miriadi, migliaia di migliaia, e vengono da questa parte.

Sono i passi di quelli che ti seguiranno. Guidali

Suffragette, di Sarah Gavron


«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf

«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf