Mangiabiologico.it

di Valeria Ballarati

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Thé

E-mail Stampa PDF

Il té biologico di Commercio Alternativo proviene dalle dolci colline indiane del Darjeeling, al confine col Nepal, dove TPI - Tea Promoters India - ha organizzato i contadini locali al fine di migliorarne le condizioni socio-economiche.

Il té cinese Chun Mee é una specialità del Wuyuan, regione dello Yellow Mountain e i 468 Mebri di  Xitou Organic Farmers Association sono molto orgogliosi  della lunga tradizione storica del loro tè, impacchettato sul posto per assicurarne il massimo della freschezza.

I té vengono coltivati attraverso metodi tradizionali, che raccomandano di interferire il meno possibile nei processi naturali della crescita della pianta, arricchendo il terreno attraverso il riciclaggio di prodotti biologici e contrastando i parassiti attraverso la biodiversità, analogamente a quanto viene fatto qui da noi con l’agricoltura biologica.
Sul piano sociale vegnono pagati ai contadini prezzi più alti rispetto a quelli di mercato e TPI offre loro anche abitazioni, scuole, centri sociali e un’adeguata preparazione tecnico-commerciale per sviluppare una micro-imprenditorialità che li renda indipendenti dal mercato internazionale.
Per maggiori informazioni su questo progetto visita: www.equosolidale.it  Il marchio EQUOSOLIDALE garantisce un prodotto di accurata produzione e di grande valor etico, realizzato nel pieno rispetto dell’uomo e dell’ambiente.

Té VERDE:  classico Darjeling, al Gelsomino, al Bergamotto, al Limone, alla Cannella, alla Menta.

Té NERO:  classico Darjeling, alla Vaniglia, Speziato, Earl Grey, English Breackfast .

 

 


Parole per pensare

Anton Egò:
Non ricordol'ultima volta
che ho chiesto di porgere i miei complimenti allo Chef;
e ora mi trovo nella straordinaria circostanza
che il mio cameriere ...
é il mio Chef!

Linguini:
Grazie ma questa sera sono solo il suo cameriere.

Egò:
Allora chi ringrazio per la cena?


«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf

«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf

Fiori di Bach e Cartoni Animati 8


LARCH

Quando non credi abbastanza

nelle tue possibilità