Mangiabiologico.it

di Valeria Ballarati

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Costruiamo la pace
Costruiamo la pace

Buon anno scolastico

E-mail Stampa PDF

ALLA CORTESE ATTENZIONE DEI MIEI STUDENTI


Oggi è stato per me il primo giorno di lezioni del nuovo anno scolastico. Nelle tre classi che ho avuto il piacere di incontrare ho cercato di far passare un messaggio, ed è lo stesso che proverò a lanciare con le altre: ragazzi, VI DOVETE ARRABBIARE.

In questa fase storica, chi vi invita pedissequamente al 'rispetto delle regole', non vuole il vostro bene. Chiarisco subito: il mio non è un invito all'anarchia e alla contestazione incontrollata e ingiustificata. Tuttavia, ripeto, non è questo il momento per invitare i giovani al mero e passivo rispetto di indicazioni che vengono dagli adulti. Negli ultimi tre anni, i ragazzi hanno sopportato passivamente decisioni illogiche e ingiustificate. Sono rimasti chiusi in casa, dietro un computer o un cellulare; hanno accettato il green pass per fare piscina, palestra o andare in pizzeria; sono stati dipinti come untori per poorononno o poorozio; hanno accettato di indossare un bavaglio - molto probabilmente inutile - per ore e nel luogo principale della loro crescita emotiva, culturale e relazionale. E molto altro ancora.

Ora basta: incazzatevi! E incazzatevi per queste cose, non per slogan preconfezionati da campagna elettorale.


Leggi tutto...
 

La previsione in Medicina

E-mail Stampa PDF


"Per il medico - mi sembra - é cosa ottima praticare la previsione (prognosis): prevedendo infatti e predicendo, al fianco del malato, la sua condizione passata, presente e futura, e descrivendo analiticamente quanto i sofferenti stessi hanno tralasciato, egli conquisterà maggior fiducia di poter conoscere la situazione dei malati, sicché essi oseranno affidarglisi. E potrà allora progettare un'eccellente terapia se avrà previsto i futuri sviluppi a partire dai mali presenti." 

Platone che parla delle indicazioni di Ippocrate

 Prognostico, cap. I in Antica Medicina, M. Veggetti (a cura di), Milano, 1998. 


 

In ricordo del Dr. Giuseppe De Donno

E-mail Stampa PDF

Giuseppe De Donno si è tolto la vita. Fu promotore della terapia con il ...

.

"Non agitatevi, Ateniesi, ma rispettate la mia richiesta di non agitarvi per ciò che posso dire, ma di ascoltarmi. Infatti, credo, trarrete vantaggio dall'ascolto. Sto per dirvi alcune altre cose, alle quali forse leverete grida. Ma non fatelo. Sappiate bene che se ucciderete me, che sono come vi dico, non danneggerete me più che voi stessi. A me infatti Meleto, o anche Anito, non riuscirebbe ad arrecare alcun danno. Non potrebbe nemmeno farlo: non credo infatti che sia nell'ordine delle cose che un uomo migliore sia danneggiato da uno peggiore. Forse potrebbero uccidere, o mandare in esilio, o privare dei diritti civili. E forse lui o qualcun altro crede che questi siano grandi mali, ma io non lo penso, anzi penso che lo sia molto di più fare ciò che  egli fa ora: cercare di mandare a morte un uomo ingiustamente. Ateniesi, sono ben lungi dal sostenere questa difesa per me stesso, come qualcuno potrebbe credere, ma piuttosto é per voi, perché non commettiate condannandomi un errore riguardo al dono fattovi dal dio."

Apologia di Socrate, 30-c

Platone


 

io non ho paura

E-mail Stampa PDF


Vivo in campagna. Pratico meditazione e yoga. Coltivo la Via dello Zen.

Il governo pensa di farmi paura. E di rendermi schiavo. Ma non ha capito che più mi perseguita, più rafforza le mie convinzioni e mi rende libero.


Leggi tutto...
 

La guerra, Dione e Girard

E-mail Stampa PDF

Mettete dei fiori nei vostri cannoni: il fotoprogetto ...In questi giorni rileggiamo la Settima lettera di Platone nel corso di Filosofia del Linguaggio.

Ricorderete quanto mi sono affezionata a questo scritto che ‘scrive nell’anima’ come disse il Prof. Filippo Forcignanò nel suo bel libro.

Nel proseguire la lettura del testo, dopo le indicazioni sul linguaggio del corso, mi sono ritrovata a leggere di Platone che difendeva Dione dalle accuse di esser diventato lui stesso un tiranno. Dione a un certo punto rientrerà in armi a Siracusa dopo aver cercato supporto ad Atene, e dopo aver combattuto con violenza a sua volta, verrà ucciso proprio da chi lo aveva aiutato a tornare (Callippo).

Ricordiamoci: Platone partì per Siracusa perché vedeva in Dione la possibilità di realizzare una politica filosofica – i Re-filosofi - e che Dione sin da adolescente era stato ‘rapido nell’apprendere i discorsi gli facevo come nessuno dei giovani in cui mi ero imbattuto’ e da quando lo aveva ascoltato aveva scelto di vivere il resto dei suoi anni in modo diverso dai connazionali, amando cioè la virtù anziché gli stravizi sicilioti,  qualcosa di molto inerente a una vita che può definirsi filosofica.

E allora, come è stato possibile che a un certo punto proprio un filosofo prendesse le armi?

Leggi tutto...
 


Pagina 1 di 18

Romanzo

La storia dell'uomo e
della scoperta
dei Fiori di Bach.

Booktrailer



Fiori di Bach e Cartoni 21 Gobbo

CRAB APPLE

Per accettarsi maggiormente nell'aspetto fisico

o per un bisogno di pulizia interiore