Mangiabiologico.it

di Valeria Ballarati

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Animali
Animali

Incendio al Rifugio Animal Felici

E-mail Stampa PDF

Ieri notte, poco prima delle tre, alcune persone si sono introdotte nel Rifugio Animali Felici, situato a Brissago Valtravaglia, dando fuoco al fienile.

Un incendio di origine dolosa, quindi, ha distrutto il deposito mangimi, la stalla, le attrezzature e le scorte di cibo per gli animali.

L’immobile ospitava Wendy, la cerva salvata qualche giorno fa da Galli e dai volontari del centro di recupero e alcune galline con i loro pulcini che, purtroppo, sono morti.

Giancarlo Galli, che ha rischiato di perdere tutto il lavoro in una notte, è disperato. Per chi non lo conoscesse, quest’uomo, dopo l’incontro con un piccolo micetto abbandonato, ha aperto gli occhi, scoprendo quanto sfruttamento, quanta crudeltà verso gli animali si nasconde nell’apparente mondo civile, decidendo, così, di creare un rifugio che ospita più di 300 animali riscattati da maltrattamenti.

Leggi tutto...
 

Ma quale casa!

E-mail Stampa PDF

 

Titolo originale: Babbuino fugge dallo zoo, si ferma al bar e ruba dei panini.

 

BRINDISI - Era riuscito a trovare un varco e a fuggire dallo zoo Safari di Fasano, nel brindisino, e, tra l'incredulità di automobilisti e di avventori, si era fermato nel bar di una stazione di servizio Agip, sulla statale 172, dove aveva arraffato dei panini, riuscendo poi a fuggire, inseguito da un inserviente.

L'avventura del babbuino, un maschio di cinque anni poi riportato a "casa", si è conclusa nella notte, quando, dopo essere riuscito a scavalcare la recinzione della base dell'Aeronautica militare, è stato raggiunto dai ranger dello zoo, allertati dal personale del campo. I ranger sono riusciti ad avvicinare il babbuino e ad addormentarlo per riportarlo a casa. Fonte

 

Commento:  Bè, "riportarlo a casa" é un eufemismo.

Leggi tutto...
 

Lega Pro Animale e Leal sterilizzano tutti i gatti delle Tremiti

E-mail Stampa PDF

Qualcuno forse  ricorderà: 5 anni fa abbiamo catturato i gatti randagi sulle Isole Tremiti, li abbiamo sterilizzati e re-immessi sul territorio; complessivamente 228. All’epoca fummo molto colpiti dal fatto che una grande percentuale dei gatti catturati fosse di colore nero. La causa di questo fenomeno la scoprimmo  dopo qualche giorno: un gatto maschio di pura razza siamese aveva fecondato moltissime gatte meticcie, ed è noto che in questo caso tutti i gattini nella prima cucciolata sono di colore nero. Questo colore è anche dominante e per questo ne abbiamo trovati tanti.

 La LEGA PRO ANIMALE ha fortemente raccomandato di controllare anche in seguito la popolazione felina almeno una volta l’anno, perché non era stato possibile catturare tutti i gatti. Purtroppo questo consiglio non è stato seguito e così l’isola si è nuovamente popolata. E’così la LEGA PRO ANIMALE è stata contattata di recente per eseguire un nuovo intervento. Il 13 Marzo tre veterinari, il Centro Mobile e un furgoncino della LEGA PRO ANIMALE si sono imbarcati per ritornare sulle Isole.

Leggi tutto...
 

Ciao Fox Hunt

E-mail Stampa PDF

Ciao Fox Hunt, voglio ricordarti così, criniera al vento.

Farò finta che nessuno ti cavalca:troppo dolore pensare che qualcuno chiama questo "sport".

Gli uomini sono così piccoli, e stupidi, e di animali non capiscono niente.

Scusaci.

 

Molti i responsabili della tua morte, li all'ippodromo di Dubai. Siamo tutti responsabili.

Ora corri dove vuoi, puoi pascolare, e giocare. Ora che sei finalmente libero da noi.

Ciao Fox Hunt.

La notizia

 

Il cavallo difettoso

E-mail Stampa PDF

Il commento che ho scritto oggi é un po' lungo e avrete bisogno di tempo per leggerlo. Quindi ... se ora non é il caso conservatelo per dopo perché credo lo troverete interessante. Come al solito é ricco delle mie emozioni ma questa volta SONO LE NOZIONI la parte più importante del discorso. Buona lettura!

Titolo originale dell'articolo:

La favola di Sander, da difettoso a campione

 

La primavera di Sander e Roberto ricorda un po' quella del brutto anatroccolo che si specchia nello stagno e si scopre cigno. Perché Sander, cavallo di tredici anni comprato da Roberto in Olanda malgrado il suo caratteraccio e le scarse speranze di successo, la scorsa settimana si è trasformato in «cigno» mentre correva il prestigioso Saut Hermès al Gran Palais di Parigi: montato e amato dal suo giovane cavaliere ha volato su quegli ostacoli da un metro e 45 chiudendo la gara con un tempo di 34 e 45. Un record che ha regalato a Roberto Previtali, 19 anni di cui 12 passati in sella, campione italiano «young rider» in carica, la vittoria della prima prova «Les Talents Hermès» riservata ai migliori cavalieri con meno di 25 anni. «La rivelazione italiana» l'ha coronato la stampa di settore.

Leggi tutto...
 

Corso di caccia per le scuole ma nessuno si presenta

E-mail Stampa PDF

Bergamo, 24 marzo 2012 -

Un flop: non si è presentata nessuna scuola oggi a una iniziativa organizzata dai cacciatori bergamaschi per spiegare ai ragazzi delle scuole valori e obiettivi dell'attività venatoria.

L'evento di questa mattina, la Rassegna provinciale di Gestione Venatoria, in scena nella Casa del Giovane, prevedeva la partecipazione degli alunni con i docenti, ma nessuno ha raccolto l'invito e la giornata è proseguita tra gli addetti ai lavori.

''Noi avremmo soltanto voluto spiegare ai ragazzi che non siamo assassini, né terroristi - ha spiegato rammaricato Marco Bonaldi, presidente del circolo Uncza delle Prealpi Orobiche, che organizza la manifestazione -, ma gestori dell'ambiente e della fauna, in grado di saper governare animali e natura, e di conoscere lo stato di salute dell'ambiente che ci circonda".

Soddisfatti gli esponenti dei movimenti green, in particolare quelli di 100% animalisti che questa mattina si erano presentata davanti la Casa del Giovane pronti con cartelli e manifesti per convincere le scuole a non partecipare. ''Abbiamo constatato con grande soddisfazione che neppure una scolaresca ha aderito alla rassegna - hanno detto - Docenti e genitori hanno mostrato intelligenza e coscienza, boicottando l'iniziativa di chi vorrebbe insegnare ai giovani che uccidere è una cosa bella e giusta''. ''Non è certo merito loro se le scuole non sono arrivate - ha replicato Bonaldi - L'iniziativa si sta comunque svolgendo come da programma''.  Fonte

Commento:

Oh Bonaldi! Si vede che l'argomento che proponete non interessa; si vede che la frottola del "non siete assassini e vi occupate dell'ambiente e della fauna" non se l'é bevuta nessuno. Posso dare un suggerimento?  Provi ad interessarsi al Bird-Watching, a patto che riesca a pronunciarlo (o almeno a sapere cos'è!) e vedrà che le scolaresche arriveranno a fiotti.

Ai ragazzi, a scuola, dobbiamo insegnare la bellezza  e il rispetto per le cose belle. Le bellezze della natura é sufficiente guardarle, possibilmente senza farsi troppo vedere, ma certamente senza uccidere chi ne fa parte.

 

 

Il pinguino che ha scelto la libertà

E-mail Stampa PDF

Il sogno di Skipper, Kowalski, Rico, Soldato, Zio Nigel, Buck Rodgart si è avverato. Loro sono i protagonisti della fortunata serie animata "I pinguini di Madagascar" (quelli del "carini e coccolosi", per capirci) sempre pronti a fare gli agenti segreti dello zoo di New York, ma sempre rimasti lì.

Da Tokyo invece arriva la vera storia della fuga di un vero pinguino. Il cucciolo di pennuto, un anno di età, è riuscito a scavalcare le mura di recinzione dello zoo-acquario di Tokyo per tuffarsi nelle acque del fiume che attraversa la capitale giapponese. I responsabili della stessa struttura hanno diffuso anche un'immagine che ritrae la testa del pinguino che nuota verso la libertà, nelle acque dell'estuario del Kyu-Edo, nella Baia di Tokyo.

Leggi tutto...
 

Protesta in Via del Corso a Roma

E-mail Stampa PDF

Chiusi nelle gabbie: come gli animali di allevamento che ogni giorno vengono uccisi per essere mangiati o diventare capi di vestiario.

In via del Corso é andata in scena la protesta-schock degli attivisti di Animal Equality organizzazione che si batte per i diritti degli animali promuovendo uno stile di vita vegan. Un'azione dimostrativa dal forte impatto emotivo, portata avanti anche attraverso gigantografie di immegini crude scattate negli allevamenti.

Stefano Bottioni, portavoce di Animal Equality in Italia, spiega il senso dell'iniziativa: due miliardi e mezzo di animali, di individui capaci di provare sensazioni come dolore, paura, angoscia, esattamente come noi, vengono uccisi solo in Italia per il consumo di prodotti di origine animale. E' nostro compito e dovere esporre all'opinione pubblica la realtà di quello che accade negli allevamenti e nei macelli e proporre delle soluzioni affinché tutto questo finisca definitivamente. Adottare innanzitutto uno stile di vita vegan, ovverso, senza consumare prodotto di origine animale, é una delle immediate cose da fare; quello che per noi é un primo e semplice cambiamento, per gli animali può valere una vita. di Manuel Massimo, Repubblica 

Commento:

non fatevi spaventare dal termine "vegan" e dall'immediata sensazione di dover rinunciare a qualcosa perché non é così!

Abbiamo più volte visto ricette vegan che non hanno nulla da invidiare alla tradizione classica, e sto pensando ad esempio alla pasta alla carbonara, perfettamente vegan-riproducibile anche senza la povera guancia del maiale (il guanciale).

Essere vegan é prima di tutto un'attitudine e coinvolge dapprima il nostro modo di essere: se siete già inclini all'amore per un animale non vi sarà difficile. E poi potete venire qua e io vi mostro quante cose belle e senza crudeltà potete sgranocchiarvi.

 

Più spazio alle galline?!

E-mail Stampa PDF

MILANO - Il decreto «Salva-Italia» predisposto dal governo Monti e approvato dal Parlamento contiene alcune norme che interessano anche l'ambiente. Vediamo le principali.

GALLINE - Gli allevatori di galline ovaiole dal 1° gennaio dovranno garantire uno spazio di 750 centimetri quadri per animale, secondo la direttiva europea 74/1999. Ciò significa che in 1 metro quadro ci possono stare 13-14 galline (oggi in certi allevamenti si arriva anche a più di 20). Chi non si adegua continuerà l'attività a patto di presentare una documentazione di inizio lavori.

Leggi tutto...
 

Ode al cane

E-mail Stampa PDF

ODE AL CANE

Il cane mi domanda
e non rispondo.
Salta, corre pei campi e mi domanda senza parlare
e i suoi occhi sono due richieste umide,
due fiamme liquide che interrogano
e io non rispondo,
non rispondo perche'non so,
non posso dir nulla.

In campo aperto andiamo uomo e cane.

 

Leggi tutto...
 

Senza parole

E-mail Stampa PDF

Il video in questione io non l'ho visto. Come ho già detto altre volte non me la sento più, dopo anni di visioni orribili di maltrattamenti ai danni degli animali.

Vi chiedo di fare lo stesso, se non vi sentite in grado di reggere le immagini forti che potrebbero lasciarvi sconvolti.

Chi é capace di uccidere non fa differenza, non discerne più, é in grado di farlo in ogni momento e in ogni situazione: per seguire un ordine, per divertimento, per istinto violento di sopraffazione.

Video

 


Pagina 4 di 7

Romanzo

La storia dell'uomo e
della scoperta
dei Fiori di Bach.

Booktrailer



Fiori di Bach e Cartoni Animati 6 red chestnut


RED CHESTNUT

Quando siete in apprensione

per i vostri cari