Mangiabiologico.it

di Valeria Ballarati

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Nominare gli animali

E-mail Stampa PDF

Il gentile Prof. Gensini ci sta introducendo a una materia interessantissima - Filosofia del Linguaggio - anche in relazione a un argomento che, come sapete, ho a cuore: gli animali e i loro diritti.

Ma partiamo dall'inizio. Al corso avevamo detto che la Filosofia del Linguaggio della Scuola Romana sosteneva che il linguista non poteva lavorare senza essere al tempo stesso un pensatore filosofico (visione che mi piace molto rispetto alla filosofia analitica) e che lavorando su ipotesi teoriche – e non sui dati come nelle scienze fisiche – proprio questo rende interessante il passato e permanenti i problemi che la filosofia si è posta.

Inoltre, grazie all’etologia e alle altre discipline moderne sappiamo oggi che i linguaggi sono di norma ‘specie specifici’, e completi, all’interno della nicchia ecologica (alla Tomasello) in cui vengono adottati.

Fatte queste premesse, mi sono incuriosita nel leggere il passaggio della Genesi in cui Dio chiede ad Adamo di dare nomi agli animali. il punto é questo:

Leggi tutto...
 

Il triangolo drammatico

E-mail Stampa PDF

“Tutto l mondo è un palcoscenico  e tutti, uomini e donne nono son che attori. Hanno le loro entrate ed uscite; ciascuno nella sua vita recita diverse parti.” Shakespeare


Stephen Karpman ha elaborato questo strumento, il triangolo drammatico, per analizzare i giochi psicologici cioé una serie di transazioni effettuate da due persone in modo inconsapevole che conducono le stesse, in modo ripetitivo e reciproco, a vivere emozioni spiacevoli.

Leggi tutto...
 

L'indirizzo della Sapienza

E-mail Stampa PDF

Negli stessi giorni in cui gli italiani che hanno legittimamente scelto di non vaccinarsi stanno ricevendo i primi avvisi relativi alle inique sanzioni, l’Università di Roma La Sapienza organizza per i suoi studenti una Lectio Magistralis del Presidente della Corte Europea dei diritti dell’uomo, intitolata “Diritti umani e persone vulnerabili”.

All’incontro parteciperanno il Presidente della Corte costituzionale e altri eminenti giuristi. Naturalmente vorrei partecipare anch’io: chi non sarebbe lieto di sentir parlare di diritti umani, di questi tempi?

Ma purtroppo non mi è possibile: come già accaduto per le celebrazioni della Festa della Donna, l’8 marzo scorso, la Sapienza subordina la partecipazione all’esibizione dell’inutile Green Pass e assegna 0,5 crediti formativi agli studenti che partecipano “in presenza” (e quindi con il Green Pass), ma non a quelli che partecipano “da remoto”.

Come è possibile che la Rettrice della Sapienza o il Presidente della Corte costituzionale o lo stesso Presidente della Corte europea dei diritti dell’uomo non si rendano conto della macroscopica contraddizione che esiste tra organizzare una Lectio Magistralis sui diritti umani, e consentire la partecipazione alla stessa a una sola categoria di studenti? E come è possibile che non se ne rendano conto gli stessi studenti?


Leggi tutto...
 

il sistema cinese IDPay italiano

E-mail Stampa PDF

Il Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale Vittorio Colao ha dichiarato:

"Stiamo elaborando una piattaforma per l'erogazione di tutti i benefici sociali, il nome è IDPay, dove avverrà tutto direttamente in digitale. Già nel mese di Aprile ci sarà l'avvio della «piattaforma dell’INTEROPERABILITÀ» dove alcune grandi pubbliche amministrazioni come l'AGENZIA DELLE ENTRATE, l’ANAGRAFE, il MINISTERO DELL’INTERNO e l'INPS AGGANCERANNO I PROPRI DATI. In questa piattaforma sarà presente ANCHE il FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO di ogni cittadino, “al fine di avere anche sul piano sanitario la possibilità di teleconsulto, tele-monitoraggio e gestione da remoto”. 

Vogliamo provare a ipotizzare uno scenario?

Leggi tutto...
 

non é molto

E-mail Stampa PDF

 

Piero Martinetti

E-mail Stampa PDF

13 dicembre 1931

Eccellenza!

Ieri sono stato chiamato dal Rettore di questa Università che mi ha comunicato le Sue cortesi parole, e vi ha aggiunto, con squisita gentilezza, le considerazioni più persuasive. Sono addolorato di non poter rispondere con un atto di obbedienza. Per prestare il giuramento richiesto dovrei tenere in nessun conto o la lealtà del giuramento o le mie convinzioni morali più profonde: due cose per me egualmente sacre. Ho prestato il giuramento richiesto quattro anni or sono, perché esso vincolava solo la mia condotta di funzionario: non posso prestare quello che oggi mi si chiede, perché esso vincolerebbe e lederebbe la mia coscienza.

Ho sempre diretta la mia attività filosofica secondo le esigenze della mia coscienza, e non ho mai preso in considerazione, neppure per un momento, la possibilità di subordinare queste esigenze a direttive di qualsivoglia altro genere. Così ho sempre insegnato che la sola luce, la sola direzione ed anche il solo conforto che l'uomo può avere nella vita è la propria coscienza; e che il subordinarla a qualsiasi altra considerazione, per quanto elevata essa sia, è un sacrilegio. Ora col giuramento che mi è richiesto io verrei a smentire queste mie convinzioni ed a smentire con esse tutta la mia vita; l'E.V. riconoscerà che questo non è possibile.

Leggi tutto...
 

La guerra, Dione e Girard

E-mail Stampa PDF

Mettete dei fiori nei vostri cannoni: il fotoprogetto ...In questi giorni rileggiamo la Settima lettera di Platone nel corso di Filosofia del Linguaggio.

Ricorderete quanto mi sono affezionata a questo scritto che ‘scrive nell’anima’ come disse il Prof. Filippo Forcignanò nel suo bel libro.

Nel proseguire la lettura del testo, dopo le indicazioni sul linguaggio del corso, mi sono ritrovata a leggere di Platone che difendeva Dione dalle accuse di esser diventato lui stesso un tiranno. Dione a un certo punto rientrerà in armi a Siracusa dopo aver cercato supporto ad Atene, e dopo aver combattuto con violenza a sua volta, verrà ucciso proprio da chi lo aveva aiutato a tornare (Callippo).

Ricordiamoci: Platone partì per Siracusa perché vedeva in Dione la possibilità di realizzare una politica filosofica – i Re-filosofi - e che Dione sin da adolescente era stato ‘rapido nell’apprendere i discorsi gli facevo come nessuno dei giovani in cui mi ero imbattuto’ e da quando lo aveva ascoltato aveva scelto di vivere il resto dei suoi anni in modo diverso dai connazionali, amando cioè la virtù anziché gli stravizi sicilioti,  qualcosa di molto inerente a una vita che può definirsi filosofica.

E allora, come è stato possibile che a un certo punto proprio un filosofo prendesse le armi?

Leggi tutto...
 

Wittgenstein e l’arte di essere felici

E-mail Stampa PDF


What was Ludwig Wittgenstein's philosophy? - QuoraTra le molte idee del logico e filosofo austriaco Ludwig Wittgenstein troviamo la convinzione che le arti abbiano qualcosa da insegnare agli uomini. Nella sua riflessione, almeno sino agli anni ’30, esisteva un collegamento tra etica (ciò che è bene) e il significato della vita (il modo giusto di vivere).

Riteneva necessario un certo modo di guardare il mondo. Bisognava osservarlo sub specie aeternitatis, cioè dal punto di vista dell’eternità, ma cosa voleva dire?

Gli uomini e le donne moderne passano le loro giornate guardando al mondo con una certa passività, affaccendati in molte cose pratiche, immersi nello scorrere della vita. Un po’ come alle gite al museo da bambini: all’interno opere e capolavori esposti si mostravano, e ci parlavano, ma noi eravamo troppo presi dai giochi per riuscire ad accorgerci. 

Il mondo in cui viviamo è in effetti questa grande installazione permanente dove l’uomo è indissolubilmente coinvolto, ma che quotidianamente viene ignorata. 

L’arte può rendere il collegamento percepibile.

Grazie infatti al modo in cui mostra i fatti - per mezzo di un quadro, una scultura, una fotografia, un’opera teatrale, un film, un romanzo, o una poesia, e ogni altro tipo d’opera che possa definirsi arte – essi possono apparire allo sguardo carichi di un nuovo significato.


Leggi tutto...
 

Ma che genere di parità é?

E-mail Stampa PDF

 

Forte del fatto che la parità di genere rientra negli obiettivi dell’Agenda dell’Onu per lo sviluppo sostenibile, la Sapienza di Roma organizza per la “Giornata internazionale della donna 2022” un grande evento relativo all'uguaglianza di genere e all'emancipazione femminile, in collaborazione con artisti, intellettuali e – potevano mancare? – big del giornalismo e della carta stampata.

Così, dall’8 al 12 marzo i fortunati in grado di partecipare assisteranno a incontri, dibattiti, workshop e sondaggi, sia in presenza che da remoto, dedicati ad approfondire il tema della discriminazione (e, si spera, dell’inclusione) delle donne nell’ambiente del lavoro e più in generale nella società.

Ho detto i fortunati in grado di partecipare perché la partecipazione agli eventi, gratuita, è subordinata alla prenotazione obbligatoria che però é a sua volta riservata ai possessori di certificato COVID-19. (...)


Leggi tutto...
 

La giornata della memoria (corta)

E-mail Stampa PDF

Lista di affermazioni di chi si é dimenticato cosa significa il giorno della Memoria:

Giuseppe Gigantino, cardiologo: "Campi di sterminio per chi non si vaccina", Marianna Rubino, medico: "Se fosse per me costruirei anche due camere a gas", Mario Draghi, Presidente del Consiglio: "I loro inviti a non vaccinarsi sono inviti a morire", Sabino Cassese, costituzionalista"E’ possibile porre a loro carico una parte delle spese mediche, perché colpevoli di non essersi vaccinati", Matteo Bassetti, infettivologo: "Sono dei criminali, vanno perseguitati come si fa con i mafiosi", Piepaolo Sileri, Viceministro: "Gli renderemo la vita difficile, sono pericolosi", Roberto Burioni, virologo: "Verranno messi agli arresti domiciliari, chiusi in casa come dei sorci", Eugenio Giani, Presidente Regione Toscana: "I no vax fuori dai luoghi pubblici", Giovanni Toti, presidente regione Liguria: "I novax sono i nostri talebani", Angelo Giovannini, sindaco di Bomporto: "Potrebbe essere utile che quelli che scelgono di non vaccinarsi andassero in giro con un cartello al collo", Sebastiano Messina, giornalista: "I cani possono sempre entrare. Solo voi, come è giusto, resterete fuori", Andrea Scanzi, giornalista: "Mi divertirei a vederli morire come mosche", 
David Parenzo, giornalista"I rider devono sputare nel loro cibo", Stefano Bonaccini, Presidente Regione Emilia Romagna"Non siete vaccinati? Toglietevi dal ca**o!", 
Stefano Feltri, giornalista: "Escludiamo chi non si vaccina dalla vita civile", Mauro Felicori, assessore: "Vagoni separati per non vaccinati" Vania Zavater, infermiera: "Se arrivi in ospedale positivo, il Covid ti sembrerà una spa rispetto a quello che ti farò io" Laura Cesaretti, giornalista: "Non sarà bello augurare la morte, ma qualcuno sentirà la mancanza dei novax?" Andrea Romano, politico PD: "Chi ha dei dubbi sul vaccino COVID verrà zittito, non avrà diritto di parola, non scherziamo più." (...)

Leggi tutto...
 


Pagina 3 di 123

Romanzo

La storia dell'uomo e
della scoperta
dei Fiori di Bach.

Booktrailer



Fiori di Bach e Cartoni 21 Gobbo

CRAB APPLE

Per accettarsi maggiormente nell'aspetto fisico

o per un bisogno di pulizia interiore