Mangiabiologico.it

di Valeria Ballarati

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Bambini
Bambini

Sugar daddy

E-mail Stampa PDF

Soldi alle adolescenti se rinunciano allo sugar daddy

di Federico Fubini

Il test in Malawi, dove un adulto su otto è sieropositivo, funzionava così: la Banca mondiale ha formato un campione di 3.800 ragazze fra i 13 e i 22 anni e le ha divise in due gruppi. Nel primo le ragazze ricevevano in media 10 dollari al mese e il pagamento della retta scolastica a patto che frequentessero le lezioni con regolarità. Nel secondo, il cosiddetto «gruppo di controllo», nessuna riceveva niente.
Un anno e mezzo dopo l’infezione da Hiv nel primo gruppo, quello delle ragazze pagate per andare a scuola, era più basso del 60%.

Leggi tutto...
 

La Vita

E-mail Stampa PDF

 

La vita é un grande libro

ogni giorno é una pagina,

ogni notte é una figura,

e quando qualcuno muore

é la fine del libro,

per ogni uomo,

pr ogni donna,

per ogni bambino,

per ogni bambina,

ma per tutti, questa é La Vita.

 

  

 

  Angelica, 7 anni

 

 

 

Diari e Segreti

E-mail Stampa PDF

Mamma, senti, ti dispiace se ho dei segreti?
Io:          no… tutti abbiamo dei segreti
Lei:         Davvero? Anche tu mamma?
Io:          Certo … 
Lei:        Allora mi comperi un diario dove scrivere tutti i segreti?
Io:          Si, certo, se vuoi domani andiamo insieme e lo scegli tu.
Lei:         Si! Grazie!
Il giorno dopo sceglie tra i diari presenti.

Leggi tutto...
 

Come nasce un sorriso

E-mail Stampa PDF

È vero che il sorriso è una capacità innata dei bambini? Sì, dopo il primo pianto, appena uscito dall'utero, vediamo il sorriso del bambino legato a quello della madre che lo guarda a sua volta negli occhi. E, subito dopo, il piccolo afferra teneramente la mammella della madre, seguito dal sorriso felice di quando lei la lascia. Il sorriso che nasce non dalla vista del volto della madre, ma dal suo profumo, rimarrà nella sua memoria per sempre. E così al primo dentino, al primo passo, all'entrata della Scuola Materna.

In questo modo il sorriso dei primi anni si prolunga anche durante le esperienze iniziali all'interno delle difficoltà scolastiche, che si manifestano già nell'asilo nido, dove i primi collegamenti con l'altro da sé sono ritmati dagli episodi di pianto, che è il loro modo di colloquiare. Ma il dramma nasce quando il bambino non è ascoltato né seguito, o quando la madre ritarda nel riprendere il bambino alla Scuola materna. Al loro incontro, perciò, ci sarà di nuovo "quel" sorriso d' intesa. Quel famoso sorriso del dopo scuola che non sarà mai più lo stesso durante tutto il suo cammino di adulto.

Leggi tutto...
 

Progetti per una Scuola dove c'è posto per tutti!

E-mail Stampa PDF

Questo lavoro nasce della necessità di offrire nell’ambiente scolastico l’opportunità a tutti i bambini di sentirsi parte di un gruppo. A volte le diversità culturali, etniche, geografiche e di stili di vita possono creare degli abissi nei rapporti interpersonali.
I bambini hanno come riferimento sociale la famiglia e subito dopo la scuola… ma cosa fare quando a scuola il circolo sociale diventa un nemico? Quando i nostri figli si sentono esclusi o fuori luogo? Non arrendetevi, esiste sempre il modo per migliorare la situazione, basta un po’ d’immaginazione e buona volontà. Famiglia e Scuola dovrebbero lavorare mano nella mano per creare uno spazio adatto e accogliente. Educare i figli nella tolleranza, nel rispetto delle diversità e approfondire con loro il discorso della necessità di essere se stessi è un lavoro che deve iniziare a casa per continuare senza fermarsi anche nella scuola.

Leggi tutto...
 

Le ultime di Angelica

E-mail Stampa PDF

LIBRI E SEGNALIBRI

Io:  Angelica, posso capire perché questa tartaruga spunta da questo libro?
Lei: Mamma, è una tartaruga segnalibro!

COMPETIZIONE

Angelica è di indole competitiva.
Stiamo per andare a casa e siamo con due auto.
Io:     Con chi vuoi andare, con mamma o papà?
Lei:    Eh, chi è il più veloce?
Papà: Io! Sono anche parcheggiato davanti!
Lei:    No, volevo dire: chi ha più cavalli da motore?!

Leggi tutto...
 

Lista di Natale Angelica

E-mail Stampa PDF

Questa é la Lista di Natale 2010 di Angelica.

Quest'anno ha abbondato, aggiungendo di tanto in tanto - tra le frasi già scritte - altri articoli visti alla pubblicità. Ad un certo punto però ha anche deciso che non andava più bene: ne ha redatta un'altra più piccola e l'ha consegnata a scuola, dove avrebbero provveduto a far avere a Babbo Natale tutte le letterine dei bambini. Io la vecchia l'ho conservata lo stesso perché la trovo estremamente comica. Ecco la TRADUZIONE:

Leggi tutto...
 

Lista di Natale Mathias

E-mail Stampa PDF

Con Mathias  e la sua mamma ci vediamo ogni settimana.

Marcela é una mamma simpatica, che si informa ed é attenta alle necessità e a ciò che capita ai suoi bimbi; ci siamo conosciute perché quest'estate aveva deciso di dare Fiori di Bach a suo figlio Mathias ma ci siamo parlate un po' di più dopo che Elena, la sua bimba di sette mesi, che allattava al seno, ha avuto qualche problema con lo svezzamento - in particolare con l'introduzione del latte di mucca - che le faceva male all'intestino e rendeva la sua pelle secca, con grandi sfoghi sul viso.

Leggi tutto...
 

La Principessa Parlottina

E-mail Stampa PDF

Tutte le settimane nella classe di Angelica i bambini indossano un cappello speciale. E' blu come quello di mago merlino ma con orecchie di topolino per i maschietti; di colore rosa, da principessa, con fiori, rampicanti e velo per le bambine.

E' un cappello magico: é il cappello delle favole!

Indossandolo i bambini vengono investiti di un potere speciale, il potere di raccontare una favola meravigliosa ai compagni, favola che hanno inventato loro stessi. Stamani é il turno di Angelica e questa é la trascrizione rigorosa (errori compresi) della sua fiaba.

Leggi tutto...
 

Valencia, vista da Angelica

E-mail Stampa PDF

SCOPRIRE LA CRUDA REALTA’ DELLA CORRIDA

Io:   Angi, questa qui è l’Arena de Toros, dove si fa la corrida.
Lei:  Quella del Torero Camomillo, il Matador Tranquillo!
Io:   Si, quello era un torero buono invece qui … il toro lo uccidono.
Lei:  Cosa? Come lo uccidono?
Io:   Perché non lo sapevi?
Lei scuote la testa

 

Leggi tutto...
 

Comprensione del testo

E-mail Stampa PDF

Anche i bambini hanno talvolta bisogno di stimoli per compiere al meglio un dato lavoro.
All’ultima riunione di classe la nostra maestra Tiziana, – “Santa Tiziana da Villa Claudia” dopo la riforma Gelmini, e un giorno parleremo del perché - sottolineava l’importanza della comprensione di un testo.
Aveva notato che tutti i bambini erano in grado di capire ciò che veniva loro richiesto a voce; erano in grado di scrivere sotto dettatura; erano in grado di assolvere bene ai compiti richiesti ma il problema si poneva quando dovevano leggere da soli, a casa: non capivano “cosa c’era scritto sul diario”. Si poteva pensare che le giovani e inesperte calligrafie traessero in inganno, ma non era così, il meccanismo che inficiava il risultato era molto più semplice.

Leggi tutto...
 


Pagina 7 di 9

Romanzo

La storia dell'uomo e
della scoperta
dei Fiori di Bach.

Booktrailer



Fiori di Bach e Cartoni 21 Gobbo

CRAB APPLE

Per accettarsi maggiormente nell'aspetto fisico

o per un bisogno di pulizia interiore