Mangiabiologico.it

di Valeria Ballarati

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Ricetta del mese
Ricette del mese

Parmigiana di patate e taccole con pesto aromatico al tofu

E-mail Stampa PDF

Preparazione: 20 min
Cottura: 40 min
Difficoltà: facile
Vegetariano, senza glutine, senza latticini

Per 4 persone
5 patate a buccia rossa, 350 g di taccole, 80 g di tofu al naturale, 3 cucchiai di pinoli, 2 cipollotti, 1 spicchio d’aglio, 1 mazzetto misto di basilico, prezzemolo ed erba cipollina, olio, sale, pepe


Leggi tutto...
 

Insalata d'orzo con fagiolini e carote al basilico

E-mail Stampa PDF

Tempi di preparazione: 20'
Tempi di cottura: 40'
Difficoltà: facile
Vegetariano, senza latticini

Per 4 persone
400 g di fagiolini, 250 g di pomodorini, 130 g di orzo, 2 carote, 40 g di olive nere morbide, 1 mazzetto di basilico, 1 cucchiaino di capperi, 1 cucchiaino di coriandolo in grani, mezzocucchiaino di curcuma, olio e. v. d'oliva, sale

1 Mondate i fagiolini e lessateli per 10 minuti in abbondante acqua leggermente salata, poi scolateli con una schiumarola.
2 Sciacquate l'orzo a lessatelo per 25-30 minuti nell'acqua di cottura dei fagiolini insieme alla curcuma, scolatelo e stendetelo a raffreddare in un vassoio sgranandolo con un forchetta.
3 Tagliate i pomodori a dadini, eliminando i semi. Quindi conditeli con un cucchiaio d’olio,il basilico sminuzzato e un pizzico di sale. Mescolate e conservate al fresco.
4 Riducete i fagiolini in tocchetti piccoli come i pomodori. Tritate grossolanamente le olive insieme ai capperi ben dissalati, poi con questi condite i fagiolini insieme a un cucchiaio d’olio.
5 Macinate o pestate il coriandolo e mescolateloa un cucchiaio d’olio.Tritatele carote, quindi conditele con l'olio aromatico e con un pizzico di sale.
6 Mescolate l'orzo alle carote, ai fagiolini e ai pomodori, distribuitelo nei piatti, decorate con altro basilico e servite.

Fonte il Mangiabio

 

Liquore ai Fiori di Acacia

E-mail Stampa PDF

200 gr di fiori d'Acacia* (senza il rametto centrale)

500 gr di zucchero

1 lt d'alcool

2 cucchiai di sciroppo d'agave

1 litro di acqua

 

Questo é un liquore dal profumo particolare e si può fare una solo volta l'anno, per un breve periodo.

La fioritura qui da me é infatti già terminata ma in altri luoghi si possono ancora raccogliere (maggio-giugno é il periodo di fioritura).

Della pianta di acacia si utilizzano solo i fiori poiché corteccia, foglie e rametti sono tossici; i fiori di acacia sono bianchi, formano un grappolo pendulo, e sono molto profumati.

Una volta raccolti, senza lavarli, li mettiamo in un barattolo di vetro capiente facendo degli strati con lo zucchero e li lasciamo riposare per due giorni.

Il terzo giorno aggiungiamo alcool e sciroppo d'agave, e lasciamo in infusione sino a che il contenuto sarà completamente liquido. Infine aggiungiamo l'acqua, filtriamo e imbottigliamo.

 

 * una pseudoacacia é la Robinia.

 

Riso e Noci

E-mail Stampa PDF

Ingredienti per 4 persone:

3 o 4 etti di riso
50 gr funghi secchi
10 gherigli di noci
una noce di burro di soya
aglio e scalogno
un pizzico di maggiorana
brodo vegetale

 

Stufare aglio e scalogno, aggiungere il riso e i funghi. Cuocere mescolando e aggiungendo brodo vegetale man mano. Mettere la maggiorana. A fine cottura aggiungere i gherigli di noce e il burro di soya.

 

Le zucchine di Letizia

E-mail Stampa PDF

 

Ingredienti:  4 zucchine medie

sale, olio, pangrattato

una teglia da forno antiaderente

 

Tagliate per il lungo le zucchine a fettine spesse mezzo cm. Disponetele affiancate, sovrapponendole appena l'una all'altra perché si ritirano durante la cottura.

Cospargete di sale, olio e pangrattato. Mettete in formo a 230° col grill per un quarto d'ora.

  

Questa é una ricetta velocissima ma molto gustosa di una mia amica di Milano, Leti, appunto.

 


Pagina 3 di 6

Romanzo

La storia dell'uomo e
della scoperta
dei Fiori di Bach.

Booktrailer



Fiori di Bach e Cartoni 21 Gobbo

CRAB APPLE

Per accettarsi maggiormente nell'aspetto fisico

o per un bisogno di pulizia interiore