Mangiabiologico.it

di Valeria Ballarati

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home La piramide alimentare

Piramide alimentare

E-mail Stampa PDF

Quando sai come si utilizza una Piramide Alimentare sei certo di introdurre nel tuo organismo tutti gli elementi nutritivi che ti servono e non vai incontro a carenze.
A prima vista può sembrare difficile ma non lo è, anzi, usare questro strumento è facile e può fornirti un’indicazione di massima sull'organizzazione del tuo menù giornaliero, suddividendo semplicemente in porzioni  tutti gli alimenti.
Se scegli bene cosa mangiare e se hai abitudini alimentari sane ne guadagni in gusto, non ingrassi, conservi il tuo stato di salute e … previeni molte malattie.
Puoi cominciare anche subito!

Con un simpatico strumento on-line - http://www.vegpyramid.info/menu.php - puoi calcolare indicativamente quante calorie hai bisogno nell’arco della tua giornata a seconda dell’età, del sesso e dell’attività fisica che svolgi: seguendo i consigli degli Esperti di SSNV puoi capire quali sono le abitudini poco corrette e cominciare a cambiarle.
Naturalmente questa è una Piramide Vegetariana!
Il sito di SSNV - Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - è approfondito ed esauriente.

 Per visitarlo:  http://www.vegpyramid.info/

 

 

L'ingresso della casa di Londra di Millicent Garrett Fawcett


Parole per pensare

E la ragione le disse: Silenzio! Che cosa senti?

E lei rispose: Sento il rumore di passi. Miriadi di miriadi, migliaia di migliaia, e vengono da questa parte.

Sono i passi di quelli che ti seguiranno. Guidali

Suffragette, di Sarah Gavron


«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf

«Quanto siamo stanche io e te. Dovremmo riposarci un po’» dice Donatella a Beatrice mentre il Valium fa effetto sul lungomare di Viareggio all’imbrunire, è un dialogo che ti rimane dentro, come tutta La pazza gioia.

- See more at: http://www.paperstreet.it/cs/leggi/la-pazza-gioia-paolo-virzi.html#sthash.F3ffjhMI.dpuf