Mangiabiologico.it

di Valeria Ballarati

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Fiori di Bach The making of 2 ... prima delle vacanze

The making of 2 ... prima delle vacanze

E-mail Stampa PDF

Da quando sono tornata dalla Mausolea, le mie giornate hanno preso a scorrere a un ritmo diverso, piu' lento.

Non e' piu' cosi' importante fare tutto, tutti i giorni, diciamo che me la prendo comoda e non so ancora capire se é bene o male. Per non sbagliare intanto ho ripreso Hornbeam, il carpino ... il rimedio per quando non si riesce a iniziare col piede giusto, quando posticipi le cose o finisce che non le cominci mai. Vediamo cosa succede.

Ho un ricordo cosi' dolce della settimana in compagnia dell'associazione del D.r Berrino e di Enrica, La Grande Via. Digiunare e' stato faticoso ma ha prodotto un cambiamento in me: i cambiamenti sono sempre cosa buona. Intanto ho preso a cucinare di più, molto di più di prima. Al cibo dedicavo solo un’oretta serale ma con le nuove conoscenze in fatto di cibo mi è ora impossibile ignorare l’argomento. La preparazione degli alimenti vegetali cotti richiede un po’ di tempo, a maggior ragione se voglio cucinarli lentamente e con amore, come ci hanno insegnato. Penserete che cucinare con rispetto e amore è una sciocchezza ...

E invece no! ma non sta a me dirvi il perché. Se avrete la voglia o la fortuna di frequentare un corso di Simonetta (la cuoca alla Mausolea), o di passare anche solo un week-end di riposo approfittando della pensione completa, potrete ‘assaggiare’ il senso di un cibo cucinato in modo corretto, che mantiene i suoi nutrienti, inclusa l’energia vitale di cui sono pervasi. E’ un’esperienza di comprensione, conviene farla.

Il rovescio di questa medaglia è che la mia scrittura un po’ ne ha risentito: se fai una cosa non puoi farne un’altra  … comunico però con un certo orgoglio che, nonostante in tempo speso in  cucina, peraltro apprezzatissimo dai miei, sono riuscita a portarmi fuori dalla terza puntata della fiction. Nelle ultime settimane ho avuto un’idea piuttosto significativa del finale (osservare e ascoltare fornisce sempre grandi spunti) e nel contempo ho apportato alcune aggiunte alla prima puntata, che mi serviranno in seguito in un punto preciso della storia. Naturalmente non vi dirò dove, rovinerei la sorpresa.

Come vi avevo anticipato il problema della terza puntata riguardava i molti personaggi coinvolti. Se il personaggio non lo caratterizza bene lo sceneggiatore, ne uscirà un’immagine scialba, e non ci sarà contorno che potrà sopperire alla mancanza d’informazioni e profondità. Perciò, come diceva il mio insegnante al corso di scrittura, “di ogni personaggio dobbiamo sapere tutto” e pure in largo anticipo! Solo sapendo che tipo di persona è possiamo strutturare le sue mosse e le sue reazioni, cosa a cui ho prestato più attenzione. Ha funzionato.

Intanto, dalle mie parti, è arrivata l’onda di vacanzieri romani. Anzio è infrequentabile il venerdì, il sabato e la domenica. Sembra che Roma intera si riversi sul litorale nel fine settimana, ci sono persone con auto ovunque e la convivenza diventa difficile: la cittadina quella è, anche se viene sommersa di genere umano motorizzato.

La folla serale sul porto che si muove a flussi  mi ricorda tanto New York, la moltitudine di esseri al semaforo che si spostano all’unisono allo scattare del verde. Nei negozi è indispensabile fare attenzione agli orari, scegliendo obbligatoriamente l’ora di pranzo per gli acquisti, ed evitando così lunghe code (a quell'ora per fortuna magnèno).

Quasi nessuno indossa la mascherina e per me é un sollievo: non mi piaceva prima e la trovo maggiormente ridicola adesso, con 35-40 gradi di temperatura e un’umidità pazzesca. E' notizia di poche ore che il nostro presidente abbia prorogato lo stato di emergenza contro ogni evidenza scientifica e di osservazione dell’andamento negli ospedali: siamo l’unico paese in Europa ad avere ancora in essere questa misura. Mi dispiace altresì che l’avvocatura dello stato abbia risposto al Tar (che chiedeva di de-secretare gli atti del CTS sul virus) che non si può fare per "motivi di ordine pubblico". Mi chiedo cosa stiano nascondendo.

Infine un paio di notizie prima di lasciarvi per l’estate: ho terminato di tradurre il romanzo in inglese e ho dato da leggere la miniserie a un professionista; a settembre vedremo l'esito. Intanto buone vacanze! State sereni e caricatevi di sole e vitamina D. Se ci aggiungete anche un po’ di Vitamina C - Acido Ascorbico - fate anche meglio: ho l'impressione che ci serviranno prima di quanto possiamo immaginare.

Ciao,

V.

Le persone a cui non viene data la loro libertà finiscono sempre per prenderla da sole.

Pierre-Jules Hetzel

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Romanzo

La storia dell'uomo e
della scoperta
dei Fiori di Bach.

Acquista

Cartaceo disponibile qui


Fiori di Bach e Cartoons 35 Brucaliffo

 WALNUT

in caso di grandi cambiamenti

e per proteggersi dalle influenze esterne